Corvatta sulla Sanità: 'la Provincia svolga il proprio ruolo'

tommaso claudio corvatta 2' di lettura 05/11/2014 - Il sindaco Corvatta interviene in materia di sanità e interpella la Provincia: 'Mi chiedo se la nostra Provincia intenda seriamente tenere il ruolo che le spetta in sanità'.

'Non è più il tempo né delle attese, né dei contrasti tra i comuni della nostra provincia, è il tempo di assumere posizioni comuni forti a difesa della salute di tutti i nostri concittadini del maceratese. Se è vero che i tempi di vacche magre da un lato, ed i progressi della tecnologia in medicina dall'altro, pretendono la creazione di strutture sempre più complesse e specializzate, allora è il tempo di pretendere dalla regione il rispetto dei criteri di rete clinica da lei stessa promulgati, sia quando in base ad essi si prediliga l'ospedale di Macerata, sia quando in base agli stessi risulti preminente Civitanova o San Severino-Camerino, sia quando debbano essere difesi servizi resi a Recanati, Tolentino o Matelica.

Se è vero che per la sua virtuosità la Regione vivrà nel 2015 un periodo di relativa tregua, potendo redistribuire delle risorse, allora è tempo che tutti assieme si chieda un ritorno sul territorio. Penso ad esempio ad una quota significativa dei 400 posti di residenza protetta da assegnare nei primi mesi del prossimo anno, che vadano a coprire le nostre esigenze di maceratesi.

C'è bisogno di stemperare la logica di accorpamento dei servizi insita nella rete clinica, con quella di attenzione al territorio, ai distretti sanitari che necessariamente debbono essere curati per cercare di limitare l'ospedalizzazzione. Ne abbiamo una prima occasione tra pochi giorni,all'incontro con la Commissione regionale sanità, alla quale possiamo parlare con unica voce forte.

Caro Romano, non sei solo il sindaco di Macerata ma anche il presidente della Conferenza dei sindaci dell'Area vasta, su di te cade il peso della rappresentanza delle istanze del territorio e non solo dei cittadini del capoluogo. Hai la possibilità di farlo con efficacia e seguendo una logica corretta di ospedale diffuso dalla rete clinica dei vari presidi, di farlo con l'appoggio di tutti i comuni.

Forse è giunto il momento di pensare ad un grande progetto per la sanità provinciale per il lungo periodo che sia importante, che unifichi le aspirazioni dei territori e ci metta in condizione di competere per qualità e quantità di servizi con le altre province e non ci ponga in una situazione di subalternità verso i vicini per non aver operato scelte coraggiose al momento opportuno. Per questo progetto, mi è sembrato che la maggior parte dei comuni sia disposta a collaborare'.


da Tommaso Claudio Corvatta
Sindaco di Civitanova Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2014 alle 22:41 sul giornale del 06 novembre 2014 - 579 letture

In questo articolo si parla di sanità, politica, macerata, regione, provincia, tommaso corvatta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aa68





logoEV