Vivere a 4 Zampe: una nuova vita per Coach, finalmente fuori dal canile

Coach, canile Recanati. Vivere a 4 Zampe 3' di lettura 01/11/2014 - Ne avevo parlato nell'articolo con cui la Rubrica stessa nasceva. Oggi torno a raccontare un nuovo pezzetto della vita di Coach, il cocker dai riccioli biondi che da una gabbia è passato ad una vera casa insieme alla sua nuova amica Emanuela.

Sabato 18 ottobre è stato un giorno di svolta per Coach, che - secondo la sua nuova proprietaria - sembrava aver capito tutto ed essere pronto a lasciare il canile di Recanati per iniziare la sua nuova vita in una vera casa, con qualcuno che si prende cura solo di lui.

È entrato nel rifugio circa un anno fa, abbandonato e senza microchip. È difficile definire la sua età con precisione, ma le volontarie sostengono abbia sei, sette... non più di otto anni. Entrato nella struttura di Montefiore è stato curato e vaccinato.

La sua nuova proprietaria racconta di aver visto una foto di Coach sul profilo Facebook di una delle volontarie che gestiscono il canile Montefiore a Recanati. Poi è andata a trovarlo ed è lì che è scattato il vero colpo di fulmine. 'Con quegli occhioni e quella dolcezza non poteva essere altrimenti - mi confida Emanuela -. 'Poi ho fatto anche un giro del canile per vedere gli altri cani. Certo non per trovarne uno con cui sostituire Coach, ma perchè non c'ero mai stata e mai potevo rendermi conto del lavoro che c'è dietro una struttura del genere'.

A casa di Emanuela si trovava già un cane di 14 anni, Ercole, con cui ogni tanto Coach ha qualche divergenza, ma, da quando ognuno ha capito che lo spazio dell'altro deve essere rispettato, i due vanno d'accordo.

Era la prima volta che adottatava un cane dal canile, quindi le ho chiesto quali fossero state le sue impressioni e mi ha risposto così: 'Coach è educatissimo in casa, luogo dove passa la maggior parte del tempo. Quando lo porto a spasso lo tengo sempre al guinzaglio perchè ancora non riesce a resistere alla tentazione di certi odori e lasciandolo sciolto non sono certa che risponderebbe sempre al mio richiamo. Ma in casa è la mia ombre: un passo faccio io, uno ne fa lui. Non vuole stare mai solo, cosa a cui devo necessariamente abituarlo, perchè avendo un lavoro non posso stare sempre insieme a lui. È dolcissimo sia con gli altri cani che con le persone, in particolare con i miei due nipotini'.

Poi aggiunge: 'È stata gentilissima anche la titolare del negozio 'Code Pazze' di Recanati che ha offerto il suo primo lavaggio da adottato e la tosatura. Sono davvero felice di aver fatto questa scelta. A Coach piace andare in giro con la macchina e adora fare lunghe passeggiate al mare. Non si separa mai da me'.

Il numero di cani adottati presso questa struttura è stato fin dall'inizio elevato e continuano ad essere numerosi i cani adottati, grazie anche ai progetti di rieducazione che rendono più adottabili gli esemplari ospitati. Il canile comunale di Recanati è aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 13:00 (compresa la domenica), ma nel territorio marchigiano sono numerose le strutture che ospitano cani di ogni tipo, età e taglia... l'invito è quello di visitarle e trovare lì il proprio amico a quattro zampe, proprio come ha fatto Emanuela.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it







Questo è un articolo pubblicato il 01-11-2014 alle 12:37 sul giornale del 03 novembre 2014 - 3280 letture

In questo articolo si parla di attualità, recanati, canile, volontari, articolo, Arianna Baccani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aaSH

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere a 4 zampe





logoEV