Calcio: Galli alza la cresta, Vitrani spara due volte. Dopo undici mesi il Real Citanò riscrive la storia

6' di lettura 02/11/2014 - Trenta novembre 2013 – trentuno ottobre 2014. Undici lunghissimi mesi di astinenza: da quella sera autunnale di quasi un anno fa, il Real Citanò aveva ottenuto solamente due pareggi con la vecchia gestione e uno con la nuova, quello di due settimane fa contro l’Europa Calcio.

Quasi un anno senza vittorie, senza il sapore dolce dei tre punti. Ma ieri sera, contro il Csi Recanati, la storia è cambiata. A riscrivere le pagine melodiche del nuovo Real due vecchie conoscenze, due vecchi appartenenti al vecchio corso: Marco Galli e Pierfrancesco Vitrani. Un gol particolare quello del Presidente-giocatore, che apre le danze nella serata del riscatto civitanovese. Una doppietta strappalacrime per il bomber casettano, invece, che entra nella ripresa e rompe ogni equilibrio: due colpi al cuore della difesa recanatese, due corse sfrenate verso i compagnia festeggiare una vittoria davvero voluta.

Tre punti di carattere, di cuore e di forza; un’affermazione casalinga che scaccia i fantasmi e spezza l’incantesimo: i tre punti esistono anche per il Real Citanò. I locali devono fare a meno di Sbrascini infortunato, Mariani squalificato e gli indisponibili Boccatonda e Sarachini; tornano invece Hoxha e Lampa rispetto alla gara di Torre San Patrizio, così come Emanuele Stacchietti.

La cronaca. Dopo le iniziale fasi di studio la prima offensiva porta la firma reale: al decimo bel filtrante di Galli per Marzocco, pallonetto dalla destra ma pallone di poco alto. Al 13esimo contropiede recanatese con Galassi, diagonale dalla sinistra ma Sannino respinge in allungo basso. Al 27esimo Farina serve Marzocco, stop e passaggio a Capozucca che lascia partire un bel destro dal limite: pala alta. Al 30esimo Hoxha serve un gran pallone a Galli partito sul filo del fuorigioco, cannonata a tu per tu con il portiere ma pallone respinto d’istinto. E al 33esimo, paradossalmente, è il Csi a portarsi in vantaggio: pallone lungo in area che Lampa ritarda a rinviare, leggera spinta di Bozzino non ravvista dall’arbitro che mette fuori tempo il difensore locale, tocco facile a tu per tu con Sannino e palla in fondo al sacco.

Reagisce il Real 35esimo con Marrocco, ma la conclusione è alta sopra la traversa. Ma al 42esimo i civitanovesi trovano il pari: gran lancio di Hoxha che pesca Galli sul filo del fuorigioco, stavolta il sinistro è vincente e non lascia scampo a Serrani. Si va così al riposo sul punteggio di uno a uno. Si torna in campo con gli stessi effettivi e al terzo minuto il Real entra in campo con ben altro spirito e sfiora subito il gol: punizione di Lampa che pesca in area Stacchietti, sinistro fuori. Al settimo Hoxha riceve da laterale sinistro e, dopo l’ingresso in area, spara un diagonale vincente: ma l’esultanza del numero sette locale è annullata dalla decisione dell’arbitro che inverte erroneamente la rimessa e fa riprendere il gioco a favore degli ospiti. Risponde il Csi al nono con Bozzino che spara dal limite, Sannino si allunga e respinge. All’undicesimo Stacchietti ci prova dal limite a giro, pallone di poco alto.

Al 20esimo angolo dalla sinistra di Bianco, stacco di testa di Marzocco che sbatte su Vitrani e termina di pochissimo a lato. Il gol sembra nell’aria e puntuale arriva al 23esimo: Vitrani, entrato da poco, ruba palla al difensore e si invola verso la porta, piatto di sinistro e palla in fondo al sacco. Al 29esimo ci prova anche Marzocco dal limite, Serrani respinge corto ma nessun reale è pronto al tap-in vincente. E al 30esimo, puntuale, la dura legge del gol sbagliato-gol subito: tiro dal limite di Clementi, diagonale preciso sul quale Sannino non può nulla e si torna in parità. Ma il Real non ci sta, vuole i tre punti e torna ad attaccare. Al 37esimo Stacchietti vede Pascucci sulla sinistra, cross dal fondo e Hoxha, a porta vuota, spara incredibilmente a lato. Ma l’esterno albanese, poco dopo, si fa perdonare e lancia Vitrani sul filo del fuorigioco: l’attaccante si invola verso la porta, elude con una finta il portiere e deposita in fondo al sacco.

E’ la nemesi reale, la panchina salta in piedi e il Real si ritrova davanti. E’ l’87esimo ma ancora non è finita: durano tanto, tantissimo i tre minuti di recupero concessi dall’arbitro. Il Csi si esibisce nell’ultimo forcing finale ma non trova la zampata giusta. Poi, a quaranta secondi dal termine, Sannino blocca facile un pallone. Va al rinvio, Pascucci salta di testa e l’arbitro fischia tre volte. Esplode la gioia locale, finalmente è fatta.

Finalmente il Real è tornato alla vittoria, un tabù si spezza e la maledizione è allontanata. E così, in una serata novembrina dopo undici mesi di amarezze, i civitanovesi tornano a sorridere. E i tre punti, fortemente voluti, hanno un dolcissimo sapore di rivincita. Un primo passo di una lunga strada, quella della vittoria, che da ieri è tornata a percorrere a formazione civitanovese. Che da ieri, alla città intera, può finalmente gridare: è tornato il Real Citanò.

Real Citanò: Sannino, Marroco, Abbate, Farina, Lampa, Di Chiara, Hoxha, Stacchietti, Galli, Capozucca, Marzocco; All Sandro Mazzalupi
A disp: Roso, Bevilacqua, Emili
Subentrati: Vitrani, Bianco, Pigliacampo, Pascucci

Csi Recanati: Serrani, Capodacqua, Guardabassi, Mandolesi, Ortolani, Clementi, Barelli, Bellelli, Bozzino, Cipolloni, Galassi; All Sergio Elisei
A disp: Piersantelli, Perna, Mikolajczyk, Zannini
Subentrati: Pantella, Nela

Arbitro: Alexandru Fleancu (Fermo)

Marcatori: Bozzino (33’), Galli (42’), Vitrani (68’, 87’), Clementi (75’)

Ammoniti: Lampa (73’ proteste), Clementi (57’ gioco falloso)

Note: Angoli (3-3), Recuperi (0’ p.t.; 3’ s.t.)

Il direttore sportivo: "Al termine della vittoria contro il Csi Recanati è il Direttore Sportivo Emanuele Trementozzi ad analizzare la gara. “Finalmente sono arrivati questi tre punti che sembravano maledetti – esordisce il Ds civitanovese – Siamo partiti lenti, prevedibili e abbiamo buttato via tanti palloni. Nella ripresa, invece, abbiamo avuto un piglio diverso e abbiamo creato diverse occasioni. Sul due a due credevamo di essere piombati di nuovo nel limbo, ma un super Vitrani ci ha fatto sorridere dopo undici mesi di attesa. E’ una vittoria che dedico in primis ai miei nonni Carmela e Costantino che non ci sono più, ma in generale a tutti i ragazzi e allo staff tecnico che meritavamo questa soddisfazione. Un pensiero anche per i miei collaboratori dirigenziali che ci mettono cuore e impegno ogni giorno, ma soprattutto al presidente Marco Galli che sostiene tanti sacrifici e che è tornato anche al gol. Ho in ballo una cena con Vitrani, lui sa quanti gol deve fare ma non voglio svelarlo. Sono convinto di dover pagare la cena, perché significherebbe che ha segnato tante volte. Ringrazio i ragazzi per i tre punti di ieri, al triplice fischio mi sono commosso e loro sanno che questa vittoria se la meritavano di cuore”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2014 alle 16:21 sul giornale del 03 novembre 2014 - 813 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, civitanova, real citanò

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aaUl





logoEV