Porto Recanati: ruba cinquanta euro al maresciallo. Arrestato un giovane tunisino

Caserma Carabinieri Porto Recanati 1' di lettura 29/10/2014 - Nel pomeriggio di martedì 28 ottobre i carabinieri di Porto Recanati sono intervenuti alla stazione per il litigio di tre extracomunitari, che - una volta calmati - sono stati portati negli uffici della Caserma per l'identificazione e gli accertamenti del caso.

Qui uno dei tre fermati - Youssef Bokama, 24enne tunisino - durante le fasi di identificazione riusciva con soppraffina destrezza a sfilare una banconota da 50 euro dal portafogli che un militare aveva lasciato sul tavolo.

I carabinieri, però, si sono accorti subito dello strano movimento del giovane e hanno recuperato la banconota prima che lo sprovveduto la intascasse. Per lui sono immediatamente scattate le manette e dagli uffici è passato alla cella di sicurezza dela stessa Caserma. Il rito direttissimo si è tenuto nella mattina di mercoledì 29 e il tunisino dovrà scontare quattro mesi di reclusione e pagare 200 euro di sanzione per furto aggravato.

M.I., 37enne, e il 34enne R.R., entrambi tunisini, che erano stati fermati insieme al 24enne, sono risultati clandestini e pertanto sono stati deferiti.


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it





Questo è un articolo pubblicato il 29-10-2014 alle 21:45 sul giornale del 30 ottobre 2014 - 943 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, porto recanati, furto, tunisino, maresciallo, articolo, Arianna Baccani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aaL0





logoEV