La povertà aumenta e si integrano gli appalti, ecco i quesiti di Civitasvolta

Tommaso Claudio Corvatta 1' di lettura 14/07/2014 - Mentre si moltiplica la povertà, a Civitanova si integrano gli appalti. Abbiamo appreso che una cooperativa titolare dell'appalto per lo spazzamento delle vie cittadine (borgo marinaro più bagni pubblici) si vedranno aumentare il compenso di circa 16.000 euro.

Alcune domande sorgono spontanee: perchè il comune manda in ferie il personale nel periodo dell'anno in cui cè più bisogno di restare? Perchè al ciof gli amministratori si sono fermati alla consultazione dei primi tre disoccupati? Inoltre, perchè i servizi sociali non si sono resi garanti per dare i nominativi certi di persona che cercano lavoro? (noi ne conosciamo almeno altri 3)

Infine, perchè la custodia dei bagni pubblici, sia al centro che al lungomare (inesistenti ma richiesti con forza da Civitasvolta), non sono stati affidati - come da progetto consegnato all'assessore competente - ai disoccupati noti ai servizi sociali e coordinati al ciof tramite bando regionale? Avranno i cittadini spiegazioni su questi dubbi amletici?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2014 alle 11:38 sul giornale del 15 luglio 2014 - 829 letture

In questo articolo si parla di lavoro, volontariato, amministrazione, civitanova, povertà, occupazione, Civitasvolta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/7bE





logoEV