Basket in carrozzina: Santo Stefano cala il tris e vince anche in Sardegna

basket 3' di lettura 05/11/2013 - Lo aveva detto il coach Roberto Ceriscioli, alla vigilia del big-match contro i sardi del Porto Torres: “E ora viene il bello!”.

E così, infatti, è stato. I portopotentini del Santo Stefano – Banca Marche hanno superato i sardi nel difficilissimo parquet a loro amico (57-70 il finale) e questa volta il sempre abbottonato coach dei portopotentini non nasconde l’entusiasmo: “Ha vinto la squadra più forte!!!”, commenta quando gli chiediamo che partita è stata. “Loro hanno dimostrato di essere una squadra molto ben organizzata e assai temibile. Ma noi siamo stati davvero bravi a metterli in difficoltà e a neutralizzare i loro punti di forza”.

Alla vigilia del match Ceriscioli aveva posto l’accento sulla fase offensiva dei sardi, sottolineando come l’attacco del Porto Torres fosse l’arma vincente e molto temibile della squadra sarda. La Santo Stefano – Banca Marche è stata davvero brava proprio a bagnare le polveri dei sardi che hanno totalizzato a referto 57 punti, molto al di sotto della loro media stagionale di 70 punti. “Si, abbiamo lavorato molto bene durante la settimana per studiare in modo approfondito i loro punti di forza e di debolezza e comportarci di conseguenza.

I miei ragazzi sono stati bravissimi ad applicare perfettamente in partita le cose su cui abbiamo lavorato in settimana”. Ancora una volta, dunque, la fase difensiva della squadra di coach Ceriscioli si conferma una delle armi in più dei neroverdi. Sabato prossimo, dopo due gare in trasferta, i ragazzi tornano a giocare davanti al proprio pubblico. Per l’occasione scenderà a Porto Potenza la squadra del Gradisca, la Polisportiva nordest Castelvecchio che finora ha fatto molto bene perdendo di misura contro Roma e vincendo a Sassari e bissando la vittoria nel fine settimana contro Padova con un parziale molto ampio. “E’ una squadra rognosa – non ci gira attorno coach Ceriscioli – molto difficile da affrontare con un ottimo quintetto e alcuni elementi davvero bravi”.

Le altre gare. Se la Santo Stefano – Banca Marche rimane a punteggio pieno e sale a quota 6 in classifica, anche il Santa Lucia Roma non perde terreno e mette a frutto come meglio non poteva le due partite consecutive sul parquet amico vincendo anche contro Giulianova. Roma chiude subito il match contro gli abruzzesi ai quali non basta la grinta di Galliano Marchionni (13 punti per l’azzurro) per evitare la terza sconfitta in tre partite (57 a 40 il finale).

Subito dietro il duo di testa Porto Potenza-Roma arriva la Briantea 84 Cantù, che dimentica la sconfitta subita sabato scorso a Roma schiacciando l’Anmic Sassari davanti al proprio pubblico 71 a 34. Sardi mai in partita e ancora fermi a zero punti. Continua invece il bel momento della neo-promossa Polisportiva Nordest che conquista la seconda vittoria consecutiva con un facile 62 a 34 sul Padova Millennium Basket (ottima prova del nazionale Fabio Bernardis che chiude con 23 punti, 7 assist e 7 rimbalzi).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2013 alle 17:30 sul giornale del 06 novembre 2013 - 630 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, porto potenza picena, Asd Santo Stefano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/T3h