Si scambia l’identità col gemello ma i Carabinieri trovano le differenze e lo denunciano

Carabinieri 14/08/2013 - Nell’ambito dei controlli che i Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche stanno attuando in occasione del ferragosto, più pattuglie in questi giorni stanno vigilando le strade della costa, istituendo numerosi posti di controllo lungo le arterie principali che conducono al mare.

La Radiomobile ha fermato un trentenne albanese, residente nell’entroterra, che alla guida di una scattante vettura effettuava il sorpasso di più veicoli che erano incolonnati nel traffico. La manovra pericolosa ha fatto scattare il controllo da parte della gazzella del radiomobile che lo ha fermato nell’abitato di Civitanova. Alle contestazioni mossegli e alla richiesta di esibire la patente, l’uomo asseriva di non averla con sé e declinava le generalità. Ma quella violazione del sorpasso comportava anche la sanzione della perdita di punti patente e, i successivi accertamenti attuati a seguito del provvedimento dell’Ufficio Territoriale del Governo di Macerata hanno lasciato subito emergere che il giovane aveva un fratello gemello, effettivamente titolare di patente di guida mentre lui, l’autore della violazione, era totalmente sprovvisto di alcun documento di guida.

Si scopriva persino, dal gemello patentato, che la “scorribanda” era stata commessa “a sua insaputa” e questi era dunque venuto a conoscenza del fatto quando gli è arrivata l’istantanea comunicazione dei punti sottratti. Dell’episodio e degli accertamenti immediati dei carabinieri del radiomobile con i riscontri della Prefettura di Macerata, è stata data comunicazione alla Procura della Repubblica di Macerata, individuandosi a carico del gemello senza patente, le ipotesi di reato di “guida senza patente” e “falsa attestazione al pubblico ufficiale sull’identità”.

E martedì notte, nell’ambito dei controlli attuati nella rete stradale cittadina nei pressi di Corso Garibaldi, sempre il radiomobile civitanovese ha fermato un centauro a bordo di un motoveicolo di grossa cilindrata il cui rombo si anticipava nel silenzio della notte. Il conducente, un uomo di origine tunisina, colto di sorpresa da quella pattuglia che non immaginava potesse trovarsi in quella stradina di minor traffico, ammetteva di non avere la patente di guida, mai conseguita. Il veicolo, intestato ad un italiana, è stato sottoposto a fermo amministrativo mentre il tunisino è stato denunciato per guida senza patente.

Mercoledì e giovedì, dunque, continua la task force di pattuglie dell’Arma da Civitanova a Porto recanati per assicurare un ferragosto sicuro. Ad affiancare le pattuglie, triplicate, anche le unità cinofile, Drago e Falco, provenienti dal Nucleo dell’Arma dei Carabinieri di Pesaro che sui lungomari cittadini effettueranno pattugliamenti con le divise dei carabinieri civitanovesi. Massima attenzione verso l’abuso di alcool per chi si mette alla guida, per evitare il verificarsi di incidenti legati a questo triste fenomeno.





Questo è un articolo pubblicato il 14-08-2013 alle 23:39 sul giornale del 16 agosto 2013 - 1009 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, carabinieri, militari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QGI