'Caccia al tesoro' in centro per la dose di eroina, in manette il 'marsigliese'

eroina sequestrata a civitanova 26/05/2013 - Spaccio di eroina con ‘caccia al tesoro’ tra Corso Umberto I e i vicoli pedonali. I carabinieri della compagnia di Civitanova arrestano ‘il marsigliese’.

Il “marsigliese”, un 35enne marocchino clandestino, per non essere individuato aveva inventato una tecnica di spaccio di sostanze stupefacenti fuori dal comune. Infatti l’uomo, mai incappato nei controlli delle forze dell’ordine, aveva solo ‘contrattazioni’ di vendita ‘faccia a faccia’: passeggiando per il corso riscuoteva il compenso della dose dai tossicodipendenti incrociati e dava loro le indicazioni per rintracciare la dose acquistata.

Dosi di eroina che il 35enne, precedentemente, aveva nascosto in punti ben precisi tra fioriere e cestini che addobbano proprio il centro città.

Impossibile per i clienti contattare il ‘marsigliese’, che per evitare di essere individuato non utilizzava il telefono cellulare, o acquistare la dose con una tecnica comune di scambio immediato. Ma nonostante gli accorgimenti adottati dal pusher misterioso i militari, dopo averlo pedinato e osservato, lo hanno fermato proprio durante la ‘semina’ delle dosi.

Prima una fioriera vicino al semaforo del Comune, poi i giardini di piazza XX settembre e, mentre si dirigeva nel vicolo Marte, lo hanno accerchiato e bloccato trovandolo in possesso di 15 dosi di eroina.

Scoperto poi il suo domicilio di fortuna, durante la perquisizione, i militari hanno individuato altro stupefacente e alcuni bilancini di precisione. Pertanto è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio e accompagnato nel carcere di Montacuto (Ancona).





Questo è un articolo pubblicato il 26-05-2013 alle 01:09 sul giornale del 27 maggio 2013 - 938 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, civitanova marche, eroina, Sudani Alice Scarpini, spaccio di droga

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Nrr