Recanati: Campagne d'ascolto, promuove temi d'interesse sociale e non campagna elettorale

Francesco Fiordomo 05/02/2013 - Fin dal suo insediamento, l'Amministrazione Fiordomo ha promosso la "Campagna d'ascolto", un momento di confronto e partecipazione democratica che viene organizzato per ragionare insieme sulle scelte più importanti per la città, soprattutto nelle settimane che precedono la redazione del bilancio previsionale.

Decine e decine di incontri in tutti i quartieri, con le associazioni di categoria, i sindacati, il mondo della scuola…. Anche per il 2013 l’Amministrazione ha stilato un calendario di appuntamenti, peraltro già iniziati a fine 2012 con le riunioni a Castelnuovo e Villa Teresa. A Le Grazie si parlerà della Cooperativa e accanto al Sindaco ci saranno i tecnici del Comune. Strade e marciapiedi da rifare, sistema fognario da controllare, illuminazione, aree verdi, diverse questioni urbanistiche da sistemare…. Nessun riferimento politico o partitico, nessun riferimento ai “grandi” temi della campagna elettorale, ma solo un ragionamento sulle “piccole” cose recanatesi, sui veri problemi dei cittadini, quelli che interessano l’Amministrazione.

La stessa procedura verrà seguita per il Rione Mercato e via via in tutte le altre zone. Il calendario degli incontri si sviluppa infatti fino marzo, in modo da avere valutazioni utili per il bilancio di previsione che vorremmo approvare entro il mese di marzo. La “Campagna d’Ascolto” è stata organizzata prima dell’arrivo della circolare ministeriale che interpreta in modo restrittivo la legge del 22 febbraio 2000 in tema di attività di comunicazione delle pubbliche amministrazioni. Appena ricevuta la circolare ministeriale il Comune di Recanati si è uniformato alle direttive ed ha chiesto all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni un parere rispetto allo svolgimento dei due incontri: parere positivo da parte del Dirigente Avv. Benedetta Liberatore che così si è espresso:"..omissis..

Con riguardo agli incontri in parola, pertanto, considerato che la legge n. 150/2000 considera come comunicazione istituzionale anche "la comunicazione esterna rivolta ai cittadini, alle collettività e ad altri enti attraverso ogni modalità tecnica ed organizzativa", finalizzata, tra l'altro, a "promuovere conoscenze allargate e approfondite su temi di rilevante interesse pubblico e sociale", è del tutto agevole rilevare come la stessa integri gli estremi della comunicazione istituzionale, trattandosi di forma di comunicazione "esterna", ovvero rivolta alla collettività dei cittadini, e finalizzata a sensibilizzare l'opinione pubblica su un tema di interesse generale. ...omissis.

.Le consultazioni oggetto degli incontri con la cittadinanza si inquadrano, inoltre, nel concetto di "Bilancio partecipativo e sociale", che il Comune da anni segue allo scopo di garantire la partecipazione della comunità alla redazione, nell'ottica di concertare insieme l'adozione dello strumento di programmazione finanziaria e di attuazione delle politiche del mandato amministrativo". Non si capisce allora perché si voglia fare polemiche chiaramente pretestuose e infondate. Come programmato da tempo il poster della Campagna d’Ascolto, che tanto turba la vista di qualcuno, verrà sostituito da quello della Fiera di San Valentino che si svolge domenica a Recanati. L’amore non ha colore e non dovrebbero esserci polemiche. A meno che a San Valentino non si preferiscano le solite carnevalate.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2013 alle 20:37 sul giornale del 06 febbraio 2013 - 798 letture

In questo articolo si parla di recanati, Comune di Recanati, Campagna elettorale, campagna d'ascolto, fracnesco fiordomo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/I5Z