Parcelle legali, l'opposizione attacca: 'Silenzi non coerente, ha perso il contatto con la realtá'

debito pubblico 12/09/2012 - Caro Silenzi, sulla questione parcelle legali la tua difesa fa acqua da tutte le parti: ti consigliamo di incaricare un avvocato, come avete fatto per portavoce e ordinanza di requisizione. Queste sono le spese superflue che un ente dovrebbe evitare: non servono legali che esprimano pareri di legittimità' su atti di normale amministrazione quando già esiste il controllo di dirigente e segretario comunale, a meno che non si abbia fiducia nelle loro competenze.

Non abbiamo detto che i debiti fuori bilancio della Provincia, riconosciuti dal commissario Calvosa, sono relativi a parcelle arrivate all'epoca della presidenza Silenzi, ma solo che lui, pur conoscendo l'esistenza di questi pesanti contenziosi iniziati sempre con la sinistra, non stanziò nemmeno un euro in bilancio. Quindi, riportando le sue parole :"La cosa più grave è che in tutto questo tempo, non ci si è preoccupati di accantonare le risorse necessarie scaricando ora il tutto sull’Amministrazione Corvatta e sui cittadini di Civitanova"...l'italiano non lascia dubbi. Mobili, invece, tutti gli anni lo ha fatto, anche nel 2011 dove sono state pagate parcelle per oltre 200 mila €.

Bisogna essere onesti e dire come in realtà stanno i fatti: le spese di cui parla Silenzi, non sono di certo consulenze, tanto care alla sinistra, ma cause dove l'ente e' stato chiamato a difendersi o meglio ancora dove è dovuto intervenire per tutelare l'interesse pubblico, tanto che tra i 500 mila euro di sospesi denunciati da Silenzi, ci sono parcelle per almeno 150 mila €, arrivate solo ad Aprile 2012, relative ad una causa ambientale partita nei primi anni '90, che ha portato nelle casse pubbliche oltre 2 milioni di € di risarcimento da parte dei privati e guai se l'ente non si fosse attivato.

Caro assessore non sei coerente e hai perso il contatto con la realtà; pensa ad amministrare invece di fare proclami, ai cittadini non interessano questi tuoi giochetti con i numeri, ma vogliono risposte concrete su Tarsu, Imu, buoni pasto e rette asili nido, perché il vero motivo per il quale non riuscite ad approvare il bilancio non sono le spese legali di cui parli, ma i forti contrasti esistenti all'interno della maggioranza: e' oramai noto che esiste una folta fronda di consiglieri che vorrebbero mantenere bassa la pressione fiscale dato il particolare momento e chi invece come te, questa sensibilità non ce l'ha vuole più risorse per giochi e coutillons.

Massimo Mobili
Ermanno Carassai
Sergio Marzetti
Erminio Marinelli
Claudio Morresi
Giovanni Corallini
Fabrizio Ciarapica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2012 alle 22:49 sul giornale del 13 settembre 2012 - 725 letture

In questo articolo si parla di opposizione, politica, civitanova marche, giulio silenzi, debito pubblico, maggioranza, massimo mobili, consulenze, parcelle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/DLn