Bandiere a mezz'asta e ombrelloni chiusi contro la Bolkenstein

ombrelloni chiusi 2' di lettura 03/08/2012 - Si é volta senza intoppi la preannunciata serrata degli ombrelloni a Civitanova Marche. L'iniziativa su proposta del SIB é stata accolta da tutti i balneari civitanovesi e da gran parte dei balneari italiani come forma di protesta contro la direttiva Bolkenstein.

Tre ore di ombrelloni chiusi, i bagnanti si sono dovuti accontentare di accedere alla spiaggia e sedere sui lettini in attesa che lo sciopero terminasse come previsto alle ore 11. Tutto tranquillo sul fronte proteste, nessun bagnante ha lamentato l'operazione ed anzi molti hanno espresso comprensione ed appoggio verso i balneari. Soddisfatto Claudio Pini per l'adesione completa degli chalet e per l'iniziativa dei sindaci di esporre le bandiere a mezz'asta, un simbolo certo ma che esprime sostegno alla causa dei balneari. Si attende nel frattempo che l'agognata legge quadro venga annunciata sebbene molti sono scettici sul suo arrivo "È chiaro che questa è diventata una questione politica - ha replicato Pini- ormai non ci sono piú i tempi tecnici per fare una legge, ma per noi la situazione è diversa noi abbiamo in palio tutto e non solo noi tutte le aziende che ruotano attorno alla nostra categoria sono purtroppo ferme a causa della direttiva, pensiamo a chi commercia ombrelloni e lettini, la direttiva Bolkenstein ha bloccato anche l’indotto derivante dall’intero settore".

D’accordo anche Marco Scarpetta vice-presidente Abat e titolare dello chalet Raphael Beach che auspica una nuova sciopero nel caso la situazione non si sbloccasse a breve “ Molti balneari avrebbero auspicato la serrata totale anche stavolta, chiudendo anche la spiaggia per l’intera giornata ma per oggi abbiamo deciso di manifestare chiudendo solo qualche ora vedremo cosa succederá”. "Qua se ci mandano all’asta non solo portano al fallimento le nostre attività -ha concluso Pini- ma creeranno un mercato fatto di multi-nazionali che ovviamente omolegherà il turismo uccidendo quelle che sono le nostre piccole eccellenze di zona”






Questo è un articolo pubblicato il 03-08-2012 alle 19:05 sul giornale del 04 agosto 2012 - 676 letture

In questo articolo si parla di attualità, civitanova marche, elisa tomassini, direttiva bolkenstein, claudio pini, abat, marco scarpetta, ombrelloni chiusi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/CuN





logoEV