Uniti per Cambiare e CLP contro Popsophia: 'Uno spot elettorale che non aiuta la crisi'

Uniti per Cambiare 30/03/2012 - La lista civica Uniti Per Cambiare e Clp sono d'accordo nell'affermare che alcune priorità di scelta in tempo di crisi non possono che interessare il sociale e chi nel sociale opera.

Non siamo contro la vetrina culturale , ma riteniamo che i week end di Marzo con Popsophia non siano prioritari rispetto ai reali bisogni della cittadinanza con la crisi economica in atto. E' chiaramente uno spot elettorale pagato con i soldi dei civitanovesi come spot elettorali sono i manifesti sulle farmacie e l'immediato pagamento verso le aziende, nonostante lo sforamento del patto di stabilità.

I tempi sono quanto meno curiosi e sospetti, perchè proprio ora? Perchè si dice che Civitanova resiste alla crisi quando le aziende chiudono e il disagio aumenta? Un buon padre di famiglia,come recita una frase di un candidato pdl,dovrebbe scegliere in base alle necessità impellenti, rispettando la dignità di tutti i componenti, in questo caso della collettività, della pluralità culturale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2012 alle 19:45 sul giornale del 31 marzo 2012 - 929 letture

In questo articolo si parla di elezioni, politica, crisi, clp, Tiziana streppa, popsophia, uniti per cambiare, civitanpva marche, clip

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xcM





logoEV