Ancora prodotti scaduti: Maxi sequestro delle fiamme gialle

30/03/2012 - I finanzieri della Guardia di Finanza di Macerata hanno sequestrato oltre 450 kg di prodotti alimentari, scaduti in alcuni casi dal 2010, e oltre 300 mila prodotti pericolosi, detenuti per la vendita da un grossista di origine cinese operante nella zona di Civitanova Marche.

Le Fiamme Gialle di Macerata, hanno sequestrato oltre 450 kg di cibi ed alimenti scaduti, già confezionati ed esposti per la vendita, tra cui legumi secchi, sementi, sale, carni secche di maiale e pollo, salami confezionati, frutta essiccata, peperoncino e spezie di varia natura, frutta sciroppata, brodo liofilizzato, dolciumi, pesce in scatola, funghi secchi, the liofilizzato, pesce secco, carne congelata di pollo e anatra, carne di manzo congelata sfusa, pesce congelato sfuso, prodotti da forno surgelati, castagne surgelate, bevande quali, succhi di frutta, per un controvalore all’ingrosso stimato in euro 10.000 circa. L’intervento, effettuato con iniziali intenti di polizia economica e finanziaria, finalizzato al riscontro del rispetto delle norme fissate in materia di sicurezza prodotti e tutela del made in Italy, si è dopo poco, trasformato in un significativo controllo a tutela della salute pubblica. Dopo i primi riscontri documentali, i finanzieri hanno controllato la merce posta in vendita, riscontrando evidenti carenze per ciò che riguarda le indicazioni di scadenza che, per legge, devono accompagnare i prodotti posti in vendita: in particolare, sono stati rinvenuti nelle quantità sopra dette, cibi ed alimenti preconfezionati recanti la data di scadenza trascorsa, in alcuni casi, da oltre due anni.

Sempre nel corso del medesimo controllo, sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro oltre 300 mila articoli di varia natura quali (quali semi per piante, articoli per ufficio, casalinghi, articoli di ferramenta e bricolage) nonché oltre 200 kg di colla liquida, perché privi della prescritta marcatura “CE” nonché delle indicazioni in lingua italiana circa la loro composizione/utilizzo. Attese le violazioni riscontrate, è scattato l’immediato sequestro per oltre 450 KG di cibi ed alimenti detenuti per la vendita nel negozio, mentre il rappresentante legale della società è stato segnalato alla pertinente articolazione dell’A.S.U.R. per i provvedimenti e le sanzioni di competenza. Dai primi accertamenti la merce era venduta ai negozi etnici africani ed asiatici presenti sul territorio provinciale. Per i prodotti potenzialmente pericolosi per la salute lo stesso titolare dell’esercizio commerciale è stato segnalato per i provvedimenti di competenza alla Camera di Commercio di Macerata in relazione alle violazioni di carattere amministrativo. Queste operazioni confermano l’importante ruolo della Guardia di Finanza per la tutela della salute dei consumatori e del corretto funzionamento dei mercati.








Questo è un articolo pubblicato il 30-03-2012 alle 20:07 sul giornale del 31 marzo 2012 - 814 letture

In questo articolo si parla di cronaca, sequestro, civitanova marche, guardia di finanza, cinesi, elisa tomassini, prodotti scaduti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xcR