Civitanova Wine Festival: i vini marchigiani alla riscossa

vino 3' di lettura 24/03/2012 - "Non perdete l'occasione di visitare Civitanova Wine Festival, che ditemi un'altra occasione in cui potrete godere il cuore delle Marche in profumato spirito, così stupendamente vibrare”(Luca Maroni)

Poche parole ma che colpiscono nel cuore delle Marche e dei marchigiani, quelle che Luca Maroni, uno dei più importanti enologi italiani, ha dedicato a Civitanova Wine Festival, primo festival del vino marchigiano in programma i prossimi 14 e 15 aprile 2012 all’ente fiera di Civitanova, ed organizzata dall’associazione Enogastronomia.it con il patrocinio del Comune di Civitanova e della Camera di Commercio di Macerata. Sfilano all’ente fiera più di 40 cantine marchigiane con le loro eccellenze, due selezionate dall’associazione e una a propria scelta, per un totale di 120 etichette solo “made in Marche”.

Una carrellata di banchi d’assaggio che non deluderà enoappassionati e neofiti del vino, i quali potranno avvicinarsi all’affascinante mondo grazie ai momenti di approfondimento in compagnia di enologi importanti, nell’arena Wine, e attraverso quattro verticali di vino in programma al Lido Restaurant. Civitanova Wine Festival inaugurerà venerdì 13 aprile alle ore 20.30 con una Cena di Gala dal menu tradizionale marchigiano e degustazione delle 80 etichette selezionate dall’associazione Enogastronomia.it. Saranno presenti al Lido Restaurant i produttori marchigiani del festival, una grande rappresentanza dei sindaci del territorio e chiunque può partecipare tramite una semplice prenotazione. Il prezzo della cena è di 50,00 euro e ci si può prenotare anche tramite il sito www.civitanovawinefestival.it. Come preannunciato, un ricco programma di eventi collaterali farà da sfondo al vero protagonista, il vino, nell’Arena Wine. Sabato 14 Aprile alle ore 18.30 Carlo Cambi presenta la rubrica “Il Verdicchio, il più grande bianco italiano”, seguirà l’enologo Enologo Roberto Potentini con la rubrica “Roberto Potentini si racconta”. La serata chiude in musica tradizionale marchigiana, dalle ore 21.

Clou degli eventi domenica 15 con un no stop di rubriche culturali dedicate al vino. Alle ore 11.00 Carlo Cambi presenta “Il vino marchigiano”, in programma due contest, “Passerina contro Ribona” e “Pecorino contro Verdicchio di Matelica”, ci saranno dei vincitori o vincerà le Marche? Al termine una degustazione guidata nell’Arena Wine. L’inebriante viaggio prosegue il pomeriggio dalle ore 15.30 con la rubrica di Carlo Cambi. Il giornalista enogastronomico presenta l’enologo Giancarlo Soverchia e la rubrica “Giancarlo Soverchia si racconta”. Seguirà un approfondimento su “I rosati Marchigiani, evoluzioni ed interpretazioni” e le rubriche dell’enologo Giovanni Basso, ”Giovanni Basso si racconta” e “La Doc Colli Maceratesi, un vino da scoprire”, con conclusioni finali di Carlo Cambi. C’è grande attesa inoltre per le quattro verticali di vino CWF. Un appuntamento esclusivo che gli amanti del vino non potranno lasciarsi sfuggire, e in programma al Lido Restaurant alla presenza del produttore e di un delegato Ais (chiunque può prenotarsi al sito www.civitanovawinefestival.it).

Di seguito le prime tre verticali in programma: sabato 14 Aprile alle ore 15.30 verticale di Verdicchio dei Castelli di Jesi, vino “Serra Forese”, annate 1999, 2001, 2003, 2004, 2006, produttore Cantina Garofoli. Alle ore 17.30 verticale di igt Marche, vino “Erasmo Castelli”, annate 2004,2005,2006,2007, produttore Maria Pia Castelli. Domenica 15 aller ore 16.30 verticale vino “Terra dei Goti”, annate 1991, 1997, 2001, 2003, produttore Cantina Stefano Mancinelli. La quarta verticale è in via di definizione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2012 alle 19:43 sul giornale del 26 marzo 2012 - 1588 letture

In questo articolo si parla di vino, civitanova marche, marche, ente fiera, vino rosso, civitanova wine festival, verticali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wVm