Liste Civiche, 'Il Pd valuti il risultato delle primarie'

elezioni 20/03/2012 - Il presidente Spacca e il segretario del PD Ucchielli farebbero bene a valutare con attenzione l'esito delle primarie di Civitanova.

Ancora una volta, come nel caso delle elezioni provinciali di Macerata, il movimento civico si è rivelato determinante per l’esito. Infatti è proprio nel quartiere Risorgimento, dove il peso elettorale dei civici è stato sempre particolarmente evidente, che il candidato indipendente Corvatta supera decisivamente Silenzi, espressione di un potere passato e consumato, determinato dalle rendite di posizione e lontano dalle esigenze di rinnovamento dei cittadini.

A Civitanova, come in provincia e in un regione, il peso del movimento civico è sempre più evidente e per Spacca e il PD, fautori del “Modello Marche” che sacrifica alle alleanze e ai veti incrociati dei partiti le politiche di risposta ai bisogni dei cittadini, sarà sempre più difficile non tenerne conto. L’esperienza nella maggioranza regionale di Liste Civiche Marche è finita nel momento stesso in cui la coalizione non ha mantenuto fede agli impegni sottoscritti nel programma, stia attento ora il centro sinistra a non ripercorrere gli stessi errori, perché i primi segnali inequivocabili li ha ricevuti proprio dal voto delle primarie di Civitanova.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2012 alle 20:30 sul giornale del 21 marzo 2012 - 734 letture

In questo articolo si parla di elezioni, politica, osimo, liste civiche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wJJ