Due prostitute rapinate in casa a poche ore di distanza. Indagano i Carabinieri

Prostituzione 12/03/2012 - I Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche sono intervenuti, nelle scorse ore, in due appartamenti del centro città per due rapine accadute a breve distanza temporale. Entrambi le abitazioni sono abitate da donne, straniere, dedite alla prostituzione in casa.

Ed è stato proprio un finto cliente quello che si è presentato sull’uscio della prima armato di un coltello desistendo dal consumare la rapina per la pronta reazione della vittima. Pochi minuti dopo, sempre in un appartamento del centro, il secondo episodio. Ancora un uomo, sempre armato, che riesce ad impossessarsi di poche decine di euro usandole violenza e ferendo la giovane donna ad un gluteo.

La denuncia è stata presentata al Comando di Via Carnia. I Carabinieri della Stazione stanno lavorando assiduamente per ricostruire i due episodi, entrambi avvenuti in pieno centro e con l’uso di violenza, frutto verosimilmente di un medesimo autore di è stato tracciato un identikit mentre si stanno approfondendo le indagini. La ragazza, medicata all’ospedale civitanovese, ha riportato lesioni lievi.






Questo è un articolo pubblicato il 12-03-2012 alle 18:29 sul giornale del 13 marzo 2012 - 2297 letture

In questo articolo si parla di cronaca, prostituzione, carabinieri, ospedale, rapina, violenza, civitanova marche, prostitute, ladro, elisa tomassini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wnz