Annullata la Tirrenoadriatico 2012, Agostini e Capponi: 'Gli alberghi perdono 1500 presenze'

1' di lettura 12/03/2012 - La decisione della giunta provinciale di Macerata di annullare l’accordo con RCS sport per la Tirreno adriatico 2012, ha causato una perdita di almeno 1500 presenze turistiche certe negli alberghi della provincia, preziosi in questo periodo di bassa stagione.

Di conseguenza RCS, dopo due anni di utile collaborazione, avviata dalla giunta Capponi e proseguita col commissario, ha lasciato le strade del maceratese. Rammarico e delusione sono stati espressi dal PDL in consiglio provinciale per l’annullamento anche di questo evento ciclistico internazionale che vedeva l’apporto convinto e utile dei comitati tappa, dei volontari delle associazioni sportive e che rappresentava un momento aggregativo e sociale di carattere straordinario per la comunità ospitante.

Con la cancellazione della corsa, la Provincia ha eliminato anche la forte azione di promozione turistica che i media offrivano all’intero territorio maceratese, con le splendide immagini aeree. Stigmatizzato dal PDL, anche il modo di operare del tandem Pettinari-Torresi, i quali non hanno coinvolto nella decisione ne i comuni che a suo tempo avevavo espresso il desiderio di ospitare le tappe, ne le associazioni degli operatori della ricettività.


da Franco Capponi e Nazareno Agostini
Capogruppo PPE e Capogruppo PDL in Consiglio Provinciale di Macerata





Questo è un articolo pubblicato il 12-03-2012 alle 14:59 sul giornale del 13 marzo 2012 - 693 letture

In questo articolo si parla di franco capponi, Tirreno Adriatico, nazareno agostini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wmB