Citt@verde:'Le PM10 prodotte dalla macchina amministrativa comunale'

1' di lettura 03/03/2012 - L’Arpam sollecita i Comuni della Provincia ad adottare tutte le misure affinchè vengano contenute le PM10. Oramai da Pesaro a San Benedetto siamo in piena emergenza con le PM10.Le blande misure indicate dalla Regione Marche e dai comuni riottosi che non hanno aggiunto come il Comune di Civitanova misure proprie per battere le pm10 non servono a nulla.

Le abbiamo definiti quelle legate alle Ecozone e quella dell’ass.re Nicoletti ne è un esempio misure all’acqua di rose. Ma ce di peggio la macchina amministrativa da tempo fuori controllo nonostante Dirigenti con bonus economici premio e con una sua autonomia operativa continua ad operare ignorando regole elementari e operative nei servizi espletati atte ad abbattere o quanto meno contenere le PM10. Così abbiamo Autobus dell’Atac che sbuffano fumi e polveri come dei vecchi treni lungo il loro tragitto. Abbiamo moto spazzatrici che nell’intento di pulire le strade della città come il Lungomare Nord di oggi alzano delle nuvole di polvere depositate sull’asfalto delle strade. Ovviamente non è solo polvere innocua ma frammista a questa polveri composte da residui di combustione,ecc.

Un vero toccasana per i polmoni dei civitanovesi.Questa è la ricetta ecologica della Giunta Mobili di un apparato che va riformato per l’abbattimento degli inquinanti. Questi esempi sono una costante della politica ambientale della Giunta Mobili.Se questi sono gli esempi come accetttare impatti ambierntali vantati dallo stesso come il Cavalcavia le Piastre Logistiche e peggio la Variante del cemento della ex Ceccotti?


da Citt@verde
associazione ambientalista Civitanova Marche






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2012 alle 18:45 sul giornale del 05 marzo 2012 - 741 letture

In questo articolo si parla di attualità, inquinamento, civitanova marche, pm10, citt@verde

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/v2B