Ancona: il capoluogo invaso da annunci, cartelli e cartelloni illegali

decoro urbano ad Ancona 1' di lettura 04/01/2012 -

Se ne vedono tutti i giorni cartelli, cartelloni affissi pubblicamente anche se illegalmente. Ma mai nessuno che li denuncia. Si trovano davanti ai portoni delle scuole, alle fermate degli autobus, all'interno di negozi o al bar. Ma quel che é peggio é che vanno ad inficiare il decoro urbano della città di Ancona. E' questo che da cittadini Salvatore Tornambene insieme a Gianni Capelluti denunciano.



"Le vie di Ancona sono state trasformate in un’immensa agenzia immobiliare a cielo aperto. Basta farsi un giro per le vie di Ancona per notare una invasione di avvisi di ogni colore e dimensione di cartelli attaccati ovunque, senza alcun permesso rilasciato dagli Uffici competenti (Ufficio di occupazione del suolo pubblico comunale)."

"I cartelli di vendesi, affittasi, puliscono cantine, concerti e pubblicità varie, siano affissi vergognosamente sui pali, palini e anche sui muri, ecc... I preposti al controllo, al decoro e degrado della città, dovrebbero far rimuovere questi cartelli abusivi. Opinabilmente per tutti, dopo la rimozione, dovrebbe arrivare la dovuta sanzione prevista per ogni cartello abusivo affisso al di fuori della normativa che disciplina il settore e contenuta nel Piano di impiantistica pubblicitaria comunale."

"Chi dovrebbe ripulire la città dall’abusivismo dei cartelli appesi ovunque? Chi dovrebbe sanzionare gli illeciti?"








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-01-2012 alle 15:33 sul giornale del 05 gennaio 2012 - 2556 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, abusivismo, Salvatore Tornambene, decoro urbano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tCn





logoEV