Giorgi/Candidatura Silenzi: 'Imporre una candidatura unica, significa sciogliere gli accordi presi'

sindaco generico 1' di lettura 22/11/2011 -

Ringraziamo Palmiro Ucchielli che, con la schiettezza che gli è consueta, ha ufficializzato la candidatura di Giulio Silenzi a sindaco Pd di Civitanova. Lo ringraziamo perché ha avuto il coraggio di dire quello che altri, finora, hanno solo fatto intendere.



Condividiamo il progetto politico e il percorso per la scelta del candidato sindaco che, dice Ucchielli, parte da Silenzi, ma pretende condivisione, anche senza le primarie. Da giorni abbiamo chiesto un ulteriore incontro al Pd di Civitanova per dare attuazione a quanto concordato nelle riunione del 31 ottobre e cioè reincontrarsi a breve per mettere sul tavolo rose di candidati: una rosa il Pd e una rosa l’Idv e le liste civiche.

Purtroppo non abbiamo ricevuto nessuna risposta. Certamente siamo preoccupati perché il nome di Silenzi, sul quale non c’è nessun veto da parte dell’IdV, divide molto, sia all’interno del Pd che all’interno del centro sinistra civitanovese. Tuttavia, poiché gli accordi prevedono che ogni soggetto debba fornire rose di nomi, il problema non si pone in quanto siano certi che il Pd non vorrà arroccarsi su un unico nominativo rischiando di lacerare se stesso e la coalizione. E’ del tutto ovvio che un eventuale prolungato silenzio del Pd civitanovese significherebbe la formalizzazione del tentativo di imporre una candidatura unica (quella di Giulio Silenzi) e quindi ciò comporterebbe la rottura degli accordi presi il 31 ottobre. In tal caso ognuno avrebbe la libertà di porre in atto progetti alternativi.


da Paola Giorgi
Consigliere regionale IDV




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-11-2011 alle 19:24 sul giornale del 23 novembre 2011 - 590 letture

In questo articolo si parla di politica, civitanova marche, giulio silenzi, idv, pd, sindaco, Paola Giorgi, IdV Marche, amministrative

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/r1K





logoEV