Estorsione causa latte scaduto: arresto convalidato ma il pasticcere torna in libertà

latte 1' di lettura 15/11/2011 -

Arresto convalidato ma rimessa in libertà per R.V., il pasticcere quarantenne di Civitanova che giovedì scorso era stato colto in flagranza di reato mentre intascava mille euro frutto, secondo l’accusa, di una tentata estorsione ai danni del direttore di un supermercato civitanovese.



il Gip Pannaggi ha infatti rigettato la richiesta dei domiciliari avanzata dal pubblico ministero non ravvisando esigenze cautelari e ha rimesso in libertà il quarantenne, incensurato.

Il pasticcere respinge ogni accusa e sopratutto quella di estorsione confermando di non aver estorto, ma richiesto un giusto risarcimento per il danno d'immagine subito dalla pasticceria nella quale lavora a causa del latte scaduto acquistato nel supermarket.






Questo è un articolo pubblicato il 15-11-2011 alle 17:27 sul giornale del 16 novembre 2011 - 583 letture

In questo articolo si parla di civitanova marche, arresto, giudice, estorsione, filiera latte, carabinieri di quartiere, elisa tomassini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/rHh





logoEV