Recanati: Don Luigi Merola presenta il suo libro 'Il cancro sociale: la camorra'

don luigi merola 2' di lettura 26/05/2011 -

Mercoledì 1 Giugno alle ore 21,30 all'Aula Magna del Comune di Recanati, a cura dell'Associazione ricreativa-culturale "Su la testa", Don Luigi Merola presenterà il suo libro "Il cancro sociale: la camorra"  la storia di un prete che non ha mai mollato.



Per anni parroco a Forcella, più volte minacciato, Don Luigi Merola giovane ma coraggioso "sacerdote di frontiera" ha dato alle stampe il suo primo libro. "La camorra,una delle quattro organizzazioni criminali più potente, é un cancro che ha mangiato una parte del nostro Paese - dice Don Merola. - C'é una porzione di questo territorio che ha inghiottito veleni di ogni genere, un'altra parte ha accettato, in silenzio, soprusi e subito violenze in ogni settore e c'é una parte che ha reagito e si é ribellata. La camorra va aggredita come si aggredisce un qualsiasi cancro. L'ho fatto a Marano di Napoli,a Forcella e continuo ancora. In questo arco di tempo ho incontrato tante persone, ho tenuto incontri dal nord a sud della penisola, incrociato gli occhi di giovani e adulti,di bambini e di adolescenti.

Ho percorso centinaia di chilometri, facendo tappa in città importanti e meno conosciute,ho partecipato a centinaia di convegni organizzati da associazioni e scuole, da politici a imprenditori, sindacalisti e parroci, ma una domanda é emersa continuamente "Don Luigi raccontaci le storie più belle e drammatiche, descrivici i tanti volti, più o meno conosciuti che ti hanno lasciato un segno. E io l'ho fatto in questo libro".

E così il simpatico e coraggioso sacerdote napoletano da anni alle prese con una strenua lotta culturale alla camorra e all'illegalità in generale e tra l'altro fondatore di "A vocee d'e creature" volta al recupero di circa 80 ragazzi tra i 6 ed i 15 anni al quartiere partenopeo di Arenaccia ritorna per la terza volta a Recanati dopo aver presentato lo scorso anno "Cambiare per non morire" e l'incontro insieme al magistrato Fabio Regolo dal titolo "Il silenzio degli onesti.... é la forza dei violenti".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2011 alle 10:52 sul giornale del 27 maggio 2011 - 1021 letture

In questo articolo si parla di cultura, camorra, Giorgio Calvaresi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lgk





logoEV