Montecosaro: l'unità cinofila a scuola per informare sulle tossicodipendenze

unità cinofila 2' di lettura 26/05/2011 -

Una mattinata trascorsa con la Guardia di Finanza, per le scuole del territorio. Con la collaborazione del Consigliere Comunale con delega alla Sicurezza Gianluca Marsili si è infatti tenuto martedì 24 maggio, presso la Scuola Secondaria di I grado “P. Matteo Ricci”, un intervento dell’Unità Cinofila della Guardia di Finanza di Civitanova Marche. Obiettivo dell’iniziativa è stato fare informazione e prevenzione contro le tossicodipendenze nei confronti dei più giovani.



L’iniziativa rientra nella lunga serie di iniziative promosse dal Consigliere Marsili nell’ambito del progetto Città Sicura, per quanto concene l’informazione e la prevenzione dei reati, ed è stata accolta con favore dal Dirigente Scolastico Claudio Bernacchia e dagli insegnanti del plesso di scuola media che, sensibili a queste problematiche, da tempo organizzano progetti contro le dipendenze in collaborazione con la PARS.

I finanzieri dell’Unità Cinofila hanno fornito alle classi terze riunite in aula magna, in un primo momento, informazioni sulle principali droghe presenti oggi in commercio, dando indicazioni molto precise e circostanziate sugli effetti e sui danni che si determinano a livello, soprattutto, del sistema nervoso centrale. Il vicebrigadiere Santino Calò ha posto l’attenzione sull’importanza della prevenzione e sulla necessità di fare particolare attenzione ai condizionamenti che possono venire dal gruppo dei pari e dai modelli negativi proposti dai mass media.

L’appuntato Giuseppe Finelli ha centrato il suo intervento sulle conseguenze di tipo giuridico e sanzionatorio derivanti dall’uso e dallo spaccio di droga ribadendo l’importanza della libertà personale nelle scelte. In seguito, nel piazzale antistante l’edificio scolastico, è stata proposta alle classi interessate una piccola dimostrazione del cane antidroga Iabin, che, con sicurezza e determinazione, ha prima cercato e poi trovato le sostanze stupefacenti. Gli studenti hanno ammirato la performance del cane e hanno mostrato il loro interesse ponendo delle domande pertinenti. Ciò ha permesso agli agenti della Guardia di Finanza di fornire ulteriori delucidazioni sul problema droga, che potrebbero trovarsi ad affrontare nei prossimi anni, quando abbandoneranno lo spazio protetto della scuola media e del controllo familiare per entrare nella variegata e molteplice realtà della società che nasconde pericoli.

“I ragazzi - afferma il consigliere Marsili - devono imparare ad affrontare consapevolmente e responsabilmente la società in tutte le sue sfaccettature e difficoltà”. L’iniziativa ha trovato il riscontro dei ragazzi che hanno seguito con interesse le varie fasi della mattinata






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2011 alle 17:47 sul giornale del 27 maggio 2011 - 1228 letture

In questo articolo si parla di attualità, Claudio Bernacchia, Giuseppe Finelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lh5





logoEV