Porto Recanati: brucia l'ex scuola Gramsci. All'interno trovati, letti abiti e siringhe

fuoco incendio 1' di lettura 22/05/2011 -

Sabato 21 maggio intorno alle 11.00 il fuoco è divampato in un'ala dell'ex scuola Gramsci a Porti Recanati. L'edificio è di proprietà dell'Asur ma è in disuso da diverso tempo. All'interno abiti e mobilio fanno pensare che la struttura sia stata abitata abusivamente da diverse persone.



L'allarme è stato dato dalla Croce Azzurra i cui offici sono vicino a quelli dell'edificio bruciato, subito intervenuti i vigili di Civitanova che hanno spento le fiamme che sembrano essersi sviluppate dall'interno. Ancora in corso le indagini per capire se ci sia stato o meno il dolo.

L'edificio bruciato è stato in passato una scuola elementare ma dal 2007 la struttura è andata in disuso e lo stato in cui è stata trovata, nonchè i letti ed il vestiario ammassati all'interno, i locali adibiti a cucine ed anche dei viveri fa pensare che nell'edificio potessero vivere abusivamente diverse persone.

Nell'edificio sono state trovate anche delle siringhe abbandonate a terra, alla luce delle ultime vicende e recenti casi di overdose avvenuti proprio alla stazione di Porto Recanati, questo dettagli non è passato inosservato nè ai soccorritori nè alle autorità.






Questo è un articolo pubblicato il 22-05-2011 alle 21:31 sul giornale del 23 maggio 2011 - 1143 letture

In questo articolo si parla di cronaca, incendio, vigili del fuoco, civitanova, elisa tomassini, porto recenati, ex scuola gramsci, siringhe

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/k7K





logoEV