Pettinari apre a Sel, Capponi all'Udc

1' di lettura 20/05/2011 -

Il primo turno delle elezioni provinciali finito sostanzialmente alla pari tra me e Pettinari ha decretato il fallimento del ‘Laboratorio Marche’, che nei progetti di Spacca, Ucchielli e Pettinari avrebbe dovuto vincere al primo turno e che invece si è fermato al 43%.



Ora ribadiamo con forza la nostra proposta di veri moderati, che vogliamo estendere anche a tutti gli scontenti dell’Udc.

Se Pettinari apre a Sinistra e Libertà, contro tutte le decisioni degli iscritti a quel partito, noi apriamo politicamente a tutti gli iscritti, ai simpatizzanti e agli elettori dell’Udc. Per vincere al ballottaggio, infatti, la coalizione di centrosinistra ora è costretta (come già più volte palesato sui giornali) a corteggiare la sinistra radicale, la stessa che era stata, invece, preventivamente esclusa proprio dal laboratorio di Spacca alle ultime consultazioni regionali.

L’alleanza con il centrosinistra servirebbe solo a rafforzare un sistema di potere che non ha nulla a che fare con la corretta gestione dell’amministrazione provinciale, ma evidentemente la sinistra invece che confrontarsi sui programmi per la crescita del territorio preferisce continuare a lavorare per la gestione sottobanco delle alleanze.

Noi siamo pronti a parlare di progetti e programmi per questo voglio ribadire con forza il mio invito a Pettinari a un confronto pubblico che, comunque, sarò pronto a portare avanti anche se, come sembra, non avrà intenzione di presentarsi. Franco Capponi






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2011 alle 18:57 sul giornale del 21 maggio 2011 - 740 letture

In questo articolo si parla di politica, franco capponi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/k4I