Giro di vite delle forze dell'ordine sui furti in città, tre arresti

arresto 3' di lettura 17/05/2011 -

E' stato un periodo duro per i cittadini civitanovesi e per le attività commerciali, soggetti pubblici e privati sono stati flagellati nell'ultimo periodo da una serie di furti a causa dei quali le stesse autorità hanno intensificato i controlli e le perlustrazioni notturne.



Il giro di vite della Polizia ha portato ora i suoi primi frutti ed al termine di una complessa indagine durata oltre un mese nei confronti di un gruppo di sospettati con precedenti per furto, il personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Civitanova Marche, diretto dal Vice Questore Aggiunto Luca Morelli, ha posto in stato di fermo tre cittadini kosovari Z. M., 24enne, Z.G., 21enne, e A.G. 20 anni, tutti residenti in Italia ma senza fissa dimora. Sui tre giovani sono stati raccolti elementi in relazione al furto di due casseforti, contenenti circa 10.000 euro, perpetrato alcuni giorni fa ai danni di un supermercato di Civitanova Marche e ad un tentato furto verso un altro esercizio commerciale della città.

Nel corso delle indagini sono inoltre emersi riscontri che individuano nei tre kosovari gli autori del furto commesso nei primi giorni di maggio ai danni di uno stabilimento balneare civitanovese nel corso del quale erano stati rubati gli incassi delle apparecchiature da gioco ed altro per un valore di oltre 5.000 euro, e del tentato furto di almeno due abitazioni in città. Ulteriori elementi raccolti nei confronti dei tre uomini, hanno consentito agli agenti la segnalazione alle Autorità Giudiziarie competenti, quali autori di una serie di furti perpetrati in numerose abitazioni della provincia di Vicenza, nel periodo marzo-aprile 2011. Sembra che i tre si siano anche macchiati del furto ai danni della ASUR di un paese della provincia di Vicenza presso la quale, nel corso del mese di marzo, venne asportata la cassaforte con gli incassi dei ticket sanitari per un valore di circa 30.000 euro.

Nel corso delle indagini è emerso che buona parte dei proventi ricavati dai furti veniva immediatamente trasferito, tramite Western Union, a soggetti residenti in Kosovo, probabilmente parenti dei fermati. Nell'ambito della stessa operazione, altri due uomini sono stati segnalati alle autorità per concorso nei furti citati: S.V., 25enne genovese senza fissa dimora, e A.G. kosovaro, di 24 anni, residente nella zona di Civitanova Marche. I fermati non sono nuovi a questo genere di crimini, gli stessi erano già noti alle autorità per essere stati oggetto di reati analoghi commessi a Civitanova Marche tra novembre 2010 e gennaio 2011, e sono risultati godere di una fitta rete di appoggi e coperture a livello locale che ha senza dubbio agevolato i furti commessi. I tre kosovari sono ora stati trasferiti nel carcere di Ancona a disposizione della Procura della Repubblica di Macerata.






Questo è un articolo pubblicato il 17-05-2011 alle 17:19 sul giornale del 18 maggio 2011 - 878 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, arresti, civitanova marche, arresto, vicenza, elisa tomassini, kosovari, carceredi ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kUm