Si chiude il sipario su Civitanova Classica: il concerto finale nel weekend

Lorenzo di Bella 3' di lettura 13/05/2011 -

Si chiude Civitanova Classica 2010/2011 con il concerto “Après une lecture du Dante”: un trascinante recital di Lorenzo di Bella a cui si alterneranno le voci degli attori Pietro Conversano e Lucia Ferrati, in un suggestivo matrimonio tra musica e poesia. Appuntamento al Teatro Annibal Caro di Civitanova Alta (MC), Sabato 14 Maggio ore 21.30 con replica Domenica 15 Maggio ore 17.30



Con il CONCERTO DI CHIUSURA dal titolo “Après une lecture du Dante”, si conclude il percorso della stagione concertistica "Civitanova Classica", che anche quest'anno ha riscosso un successo ben oltre le aspettative. In programma, presso il delizioso Teatro Annibal Caro di Civitanova Alta (MC), Sabato 14 Maggio ore 21.30 con replica Domenica 15 Maggio ore 17.30, il recital del pianista Lorenzo di Bella, dedicato interamente a Franz Liszt nel bicentenario della nascita.

Considerato uno dei migliori interpreti lisztiani della sua generazione, Lorenzo Di Bella, unisce in sé eccezionale virtuosismo ed espressività raffinatissima. La serata celebrerà l'incontro tra due forme universali d'arte: Musica e Letteratura. Ai brani musicali si alterneranno le voci recitanti di Pietro Conversano e Lucia Ferrati, che declameranno passi celeberrimi come il V Canto della Divina Commedia, legato alla tragica passione tra Paolo e Francesca, che tanto ispirò Liszt. Compositore prolifico e funambolico pianista, artista poliedrico e geniale innovatore, Franz Liszt (1811 - 1886) viene universalmente riconosciuto come uno dei maggiori protagonisti dell'ottocento romantico e come uno dei grandi padri del pianismo moderno. Viaggiò in tutta Europa, specie in Italia, dove tornò spesso durante la sua vita. La nostra nazione con la ricchezza della letteratura, della pittura, della poesia e della cultura, lo stimolò nella scrittura del Secondo libro degli Anni di Pellegrinaggio, dal quale è tratta la Fantasia quasi Sonata “Après une Lecture de Dante” in programma nella parte centrale del concerto.

Il brano composto nel 1839, e ritoccato fino 1859, anno di pubblicazione, si basa su tre temi principali associati a situazioni e personaggi della Divina Commedia, e si sviluppa come continua trasformazione e variazione dei suoi elementi costitutivi. Liszt esprime, con magistrale poesia, i vari momenti dell’animo umano, partendo dalla sequenza iniziale, evocazione della discesa agli inferi e dei tormenti infernali, fino al canto d’amore, pieno di nobiltà e speranza, che allude all’episodio di Francesca da Rimini. Nell’avvicendarsi di momenti drammatici a momenti d’intenso lirismo, la fantasia si conclude in un finale molto teatrale, appassionato e vibrante. Questa commistione tra le arti che tanto orientò la visione artistica di Liszt, è stata anche la bandiera di tutte le edizioni di Civitanova Classica: il direttore artistico Lorenzo Di Bella, fin dall'inizio ha favorito l'incontro dei diversi linguaggi artistici, per aprirsi ad un pubblico più eterogeneo possibile e al fine di non rimanere incanalati in una visione unilaterale dell'espressione artistica.

La serata è in collaborazione con l’Associazione Dantesca Civitanovese ed è resa possibile grazie all'azienda Bocca di Gabbia.
Per informazioni: www.civitanovaclassica.it e 348-3442958.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2011 alle 19:17 sul giornale del 14 maggio 2011 - 3089 letture

In questo articolo si parla di cronaca, civitanova marche, comune di civitanova marche, civitanova, lorenzo di bella, liszt, associazione dantesca civitanovese, bocca di gabbia, annibal caro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kMw





logoEV