L' On Belisario a sostegno di Pettinari: mandare a casa i 'Lanzichenecchi'

L' On Belisario a sostegno di Pettinari: mandare a casa i 'Lanzichenecchi' 2' di lettura 12/05/2011 -

L’on.sen. Felice Belisario ha tenuto oggi una conferenza stampa nella sede IdV di Civitanova Marche alla presenza del candidato presidente della provincia di Macerata per il centro sinistra, Antonio Pettinari, dell’on. David Favìa, coordinatore IdV Marche e Paola Giorgi, vicepresidente dell’Assemblea legislativa delle Marche. All’incontro erano presenti anche Giovanni Torresi, coordinatore provinciale IdV di Macerata, candidato IdV nei collegi di Civitanova 1 e 2 e Pioraco, Giuseppe Craia, candidato IdV nel collegio di Civitanova 3, Renato Pigliacampo, candidato IdV nel collegio di Potenza Picena, Ninel Donini, coordinatrice regionale IdV donne, Dante Merlonghi, responsabile enti locali IdV.



L'incontro è stato introdotto da David Favìa che ha contrapposto l'assenza del centro-destra che ha saputo solo dimostrare disinteresse con l'onestà di Antonio Pettinari, un uomo 'infaticabile poliedrico e informatissimo' per Paola Giorgi che nel discutere gli spunti programmatici ha datto ragione a Favìa nell'opinione sul governo Capponi “è stato un governare in solitudine che ha portato avanti interventi distaccati operativamente e politicamente dalla Regione, che invece lavora in maniera egregia”. Tutto questo, secondo la Giorgi, è sintomo di una visione “miope e sterile, che porta a una chiusura.

“Sono felice di essere in questa terra bellissima e a contatto con amministratori capaci e competenti ai quali sono legato politicamente e affettivamente – ha detto l’on. Belisario secondo il quale “quello che avviene a Macerata dimostra la grande generosità dell’IdV che si basa sui programmi e non sul saccheggio delle poltrone”. L’obiettivo, per il capogruppo IdV al Senato, è quello di mandare a casa questo gruppo di “lanzichenecchi” riprendendo a ragionare di politica e dei problemi veri dei cittadini. “Il parlamento è stato preso in ostaggio per anni da un presidente del Consiglio interessato solo ai suoi processi e capace solo di insultare avversari politici, magistratura e istituzioni”. E in tutto questo, secondo l’on. Belisario non ci sono più modelli e valori.

“Ma non è solo un problema di valori – ha sottolineato l’on. Belisario - perché in realtà la cosa più importante è la mancanza di riforme e interventi seri”. I numeri del governo attuale, secondo l’on. Belisario sono questi: nessun intervento per l’occupazione o il precariato, solo danni per l’ambiente, decreti sviluppo destinati alle multinazionali per svendere il nostro patrimonio, privatizzazione dell’acqua. “Ma non è colpa loro – ha ironizzato l’on. Belisario – perché non riescono proprio a capire le esigenze dei cittadini comuni essendo troppo concentrati su interessi di altro livello. Noi invece vogliamo fare battaglie comuni tenendo in politica persone per bene: perché le idee camminano sulle gambe degli uomini e se gli uomini che scendono in campo non sono validi, non si potranno mai realizzare programmi di valore”.








Questo è un articolo pubblicato il 12-05-2011 alle 19:51 sul giornale del 13 maggio 2011 - 768 letture

In questo articolo si parla di politica, david favia, idv, Paola Giorgi, antonio pettinari, giovanni torresi, Felice Belisario

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kJB