Donadi/Bolkenstein : 'Una polpetta avvelenata, noi siamo dalla vostra parte'

Donadi/Bolkenstein : 'Una polpetta avvelenata, noi siamo dalla vostra parte' 2' di lettura 10/05/2011 -

L’on. Massimo Donadi, capogruppo IdV alla Camera dei Deputati, ha incontrato nel pomeriggio del 10 maggio gli operatori balneari a Civitanova Marche per parlare delle problematiche relative al decreto Tremonti sullo sviluppo della direttiva Bolkenstein. L'incontro si è tenuto allo stabilimento balneare Lido Cristallo alla presenza dell’on. David Favìa, coordinatore regionale IdV Marche, di  Paola Giorgi, vice presidente Assemblea legislativa Marche, Giovanni Torresi coordinatore provinciale e candidato IdV nei collegi di Civitanova I e II e Pioraco e Bruno Coppolella, candidato IdV nel collegio di Porto Recanati.



'Siamo dalla vostra parte e sosteniamo questa causa, non perchè ci conviene farlo, ma perchè abbracciamo battaglie giuste'. Con queste parole l’on. Donadi ha introdotto il dibattito sul decreto del Governo che ha definito “una polpetta avvelenata”, poiché “il decreto non è la soluzione alle problematiche conseguenti alle direttive Bolkstein, che risultano palesemente incostituzionali “.

Il decreto è stato presentato come un 'chiaro espediente per rimpinguare le casse dello Stato'che riguarderà uno sfruttamento intensivo speculativo delle spiagge a beneficio solo di grandi società e multinazionali.

Claudio Pini, responsabile ABAT per Civitanova, e che da tempo si sta battendo contro la Bolkenstein ha preso la parola per esprimere a nome di tutti i balneari la preoccupazione verso il decreto ed ha spiegato la situazione di Civitanova aggiungendo come la Bolkenstein stia già toccando le concessioni portuali di recente messe all'asta.

“La nostra proposta” ha detto l’on Donadi “si basa sulle concessioni che siano tuttavia di un periodo di tempo tale da garantire l’investimento fatto”. Dello stesso parere l’on Favia, secondo cui bisogna far uscire gli operatori balneari dalla Bolkestein insistendo sulla specificità e l’importanza dei servizi balneari. Anche Paola Giorgi si è fatta carico delle istanze degli operatori presenti e delle loro preoccupazioni circa il futuro, garantendo che la Regione farà il possibile per sostenere l’economia locale da un Governo che pensa solo ai propri interessi e a quelli di pochi amici potenti.








Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2011 alle 22:14 sul giornale del 11 maggio 2011 - 980 letture

In questo articolo si parla di politica, david favia, idv, civitanova, Massimo Donadi, Paola Giorgi, bolkenstein, claudio torresi, bruno coppolella

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kDP





logoEV