Lotterie illegali: Pasqua amara per dieci esercizi pubblici

Lotterie 2' di lettura 05/05/2011 -

Una Pasqua non troppo buona quella di 10 esercizi commerciali maceratesi, di cui 5 a Civitanova, multati dai finanzieri del Comando provinciale di Macerata per aver organizzato lotterie a premi abusive.



Una moda quella delle lotterie a premi molto seguita da diversi esercizi commerciali sopratutto durante le festività, immancabili ormai le lotterie di Capodanno, Natale e Pasqua con i classici dolci tradizionali che campeggiano tra i vari premi.

La lotteria consiste nell’affissione di un cartellone suddiviso in 90 cartelle i cui biglietti numerati vengono ceduti a pagamento e la vincita viene collegata al primo numero estratto su una determinata ruota del lotto in una data prestabilita.

Non tutti forse sanno che le uniche attività di questo genere consentite dalla legge, sono le lotterie, le tombole e le pesche o banchi di beneficenza, promossi da enti morali, associazioni e comitati senza fini di lucro, aventi scopi assistenziali, culturali, ricreativi e sportivi o da partiti o movimenti politici nell’ambito di manifestazioni locali organizzate dagli stessi. Perciò l'irregolarità contestata ai dieci esercizi pubblici ispezionati dai finanzieri, non è solo una contestazione legata alla mancanza di autorizzazioni che comunque non possono essere concesse per il divieto imposto dalla legge.

Sono state contestate in tutto 10 irregolarità: 5 a Civitanova, 2 a Monte San Giusto, 2 a Tolentino ed uno a Pollenza. Tutti gli esercizi avevano messo in palio uova di cioccolato (da 4-5 kg) ed altri premi correlati all’estrazione del lotto del 23 aprile scorso. ed il costo di un singolo biglietto dei 90 previsti era di circa 3 euro

Le sanzioni vanno da un minimo di 1.032 euro ad un massimo di 10.329 euro. Gli scommettitori non sono però esenti da multe, chi acquista i biglietti delle lotterie non legali può essere costretto a pagare da 154 a 929 euro e con pagamento in misura ridotta fissato a 308 euro. Per vincere qualche dolciume in più non ne vale la pena.






Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2011 alle 16:31 sul giornale del 06 maggio 2011 - 3409 letture

In questo articolo si parla di cronaca, tolentino, pollenza, civitanova, monte san giusto, multe, elisa tomassini, lotterie, riffa, guardiadi finanza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kp0





logoEV