Il Senatore La Torre a Civitanova: ‘Questione Bolkenstein trattata con superficilità’. Pettinari:’La provincia deve sostenere questa battaglia’

Il Senatore La Torre a Civitanova: ‘Questione Bolkenstein trattata con superficilità’. Pettinari:’La provincia deve sostenere questa battaglia’ 2' di lettura 30/04/2011 -

‘La questione dei balneari è solo la punta di un iceberg nell’immensa complessità dei problemi che genererà la direttiva Bolkenstein’ con queste parole Claudio Pini responsabile ABAT ha introdotto l'incontro sulla questione dei balneari con il senatore Nicola LaTorre , il candidato presidente per la provincia Antonio Pettinari, Giulio Silenzi ed i rappresentanti per i collegi di Civitanova: Pina Bruno, Gustavo Postacchini, Giorgio Palombini.



L’incontro si è tenuto nel pomeriggio del 29 aprile presso lo stabilimento balneare Lido Cristallo di Civitanova Marche.

Pini ha continuato spiegando che ‘lo stato potrebbe, se volesse, risolvere la questione appellandosi all’articolo 41 della direttiva che spiega come categorie particolari di zone specifiche possono essere salvate dalla terribile Bolkenstein, eppure lo stato ha salvato solo i tabaccai e il gioco d’azzardo e dall’altra parte vediamo nascere spiagge come la Pirelli beach, quindi alla fine un dubbio grosso ci è venuto: che ci vogliano vendere o svendere alle multi-nazionali. Inoltre qui come in Toscana molte chiamate sono state fatte dal sud, ma non dal sud pulito e noi purtroppo non possiamo ma soprattutto non vogliamo competere con tali avversari’.

La questione della Bolkenstein è fortemente sentita dal nord al sud della costa marchigiana ed ‘è una battaglia con un esito non scontato’ secondo il Senatore La Torre ‘abbiamo iniziato una discussione sulla questione, adesso è importante accompagnare le discussioni con iniziative ed una mobilitazione costante perché non ci si può nascondere dietro una direttiva comunitaria che però va a ledere fortemente quelle che sono realtà nazionali, la questione è stata trattata con superficialità da un governo che ha perso credibilità a livello internazionale’.

Pettinari conferma dunque come la ‘provincia debba sostenere ed accogliere l’invito dei balneari alla risoluzione di un problema che non conoscevo andasse a ledere così da vicino non solo la realtà turistica ma anche l’area lavorativa di tutta la regione, il lavoro e lo sviluppo sono al centro del nostro programma e dunque il problema ci sta a cuore, la provincia ovviamente non ha voce in capitolo ma sostenere questo schieramento vuol dire avere una maggiore rappresentanza sulla questione’








Questo è un articolo pubblicato il 30-04-2011 alle 10:50 sul giornale del 02 maggio 2011 - 856 letture

In questo articolo si parla di politica, giulio silenzi, civitanova, elisa tomassini, claudio pini, abat, bolkenstein, nicola la torre

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kdN





logoEV