Recanati: Monsignor Giovanni Tonucci al Recital di Villa InCanto

Arcivescovo Giovanni Tonucci 2' di lettura 14/06/2010 -

Arte sacra e voci celestiali ai Musei Civici di Recanati. Il fascino della rassegna lirica Villa InCanto ha conquistato monsignor Giovanni Tonucci.



L’arcivescovo pontificio di Loreto domenica sera è apparso letteralmente estasiato all’uscita della pinacoteca di Villa Colloredo Mels dove si era appena concluso il recital di arie Sacre e arie d’opera. Giunto con una piccola delegazione da Loreto, monsignor Tonucci si è soffermato sulle tele del Lotto custodite nelle sale principali e ha ascoltato dalla prima fila i grandi interpreti accompagnati al piano dal maestro fidardense Riccardo Serenelli.

L’arcivescovo ha applaudito con entusiasmo chiedendo un fuoriprogramma finale. Ad accontentarlo ci ha pensato il tenore dorico Augusto Celsi che ha eseguito con grande vigore la romanza “Nessun dorma”, tratta dalla Turandot di Puccini. "Uno spettacolo stupendo – le prime parole di Tonucci alla fine della rappresentazione -. Arte ad altissimo livello che merita di essere divulgata. Seppur in modo diverso, i cromatismi del Lotto e le voci degli artisti coinvolti innescano emozioni profonde". Determinante la location scelta dall’associazione di cultura musicale Villa InCanto. "Spesso l’atmosfera dei teatri fa sentire meno la creatività dell’opera – ha aggiunto l’arcivescovo -. L’intimità tipica di Villa Colloredo, invece, rende la serata personale. E’ un modo di proporre la lirica che andrebbe esportato anche in altre ambientazioni analoghe".

Oltre ad Augusto Celsi, domenica si sono esibiti il tenore lirico leggero di Ancona Carlo Giacchetta, il soprano di Seoul Ye Won Joo e il nuovo acquisto di Villa InCanto Yana Kleyn, soprano russo che ha seguito a Recanati il suo maestro Serenelli per preparare il debutto del 28 giugno al Festival di Stoccolma. Nella prima parte di serata sono state eseguite diverse Ave Maria, l’“Agnus Dei” di Bizet, “Panis Angelicus” di Franck e il mottetto di Mozart “Exsultate jubilate”.

Dopo la spiegazione dei tesori del Lotto gli artisti si sono cimentati in opere impegnative eseguendo brani difficilissimi tratti dai “Pagliacci” di Leoncavallo e dalla “Cenerentola” di Rossini. Venerdì prossimo andrà in scena “L’Elisir d’amore”, sabato La “Bohème” e domenica il “Recital”.

Per info e prenotazioni sito www.villaincanto.eu e numero telefonico 0717821401.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2010 alle 17:07 sul giornale del 15 giugno 2010 - 1778 letture

In questo articolo si parla di attualità, recanati, Villa InCanto





logoEV