Unicam: \'Carta delle paste\' sulle tavole dei ristoranti italiani

cibo 10/02/2010 - Quante proteine hanno gli spaghetti? Qual è il condimento migliore per la pasta corta? A queste ed altre domande potremmo presto ottenere una risposta mentre siamo già comodamente seduti al ristorante. Dopo la carta del vino, infatti, presto sulle tavole dei ristorante italiani troveremo anche la “Carta delle Paste”.


L’iniziativa è nata dalla collaborazione tra il Comune di San Benedetto del Tronto, il famoso pastificio Spinosi di Campofilone e l’UNICRAM (il Centro universitario di ricerca per lo sviluppo e la gestione delle risorse dell’ambiente marino e costiero) dell’Università di Camerino, che è diretto dal Prof. Alberto Cresci ed ha sede proprio nella città delle palme.

La “Carta delle Paste” rappresenta un vero e proprio catalogo delle diverse tipologie di pasta “made in Italy”, contenente le caratteristiche di produzione, le caratteristiche organolettiche, le diverse modalità e tempi di cottura, i sughi che meglio si addicono ad ogni tipologia di pasta.

Per la redazione del documento è stato costituito un Comitato, composto dai ricercatori Unicam, da rappresentanti del Comune di San Benedetto del Tronto, da industriali pastai e da numerosi ristoratori italiani e stranieri.

“Abbiamo accolto con entusiasmo – ha affermato il prof. Alberto Cresci – l’idea di Vincenzo Spinosi di realizzare questo utile strumento. Unicam, che da anni opera nella sede di San Benedetto del Tronto, non solo con il Centro di ricerca ma anche con il corso di laurea in Biologia della Nutrizione, che riscuote ogni anno sempre maggiore successo, si è infatti proposta di provvedere alle analisi chimico-fisiche, microbiologiche e nutrizionali della pasta, mettendo a disposizione le competenze nel settore”.
Ai ristoratori è stato assegnato invece il compito di abbinare i sughi alla pasta.

In questa prima fase la “Carta” sarà utilizzata dai ristoratori di San Benedetto del Tronto, ma l’auspicio dei promotori dell’iniziativa è che la diffusione diventi poi non solo a livello nazionale, ma che possa rappresentare un valido strumento per la promozione dei prodotti del nostro territorio anche all’estero.

La pasta, piatto principe della dieta mediterranea, è una fonte energetica fondamentale del nostro organismo. L’elevato contenuto di carboidrati e il basso contenuto di lipidi rappresentano una proprietà fondamentale che fa della pasta un alimento ideale per tutte le età.


Le proprietà delle pasta sono da tempo al centro di importanti studi scientifici, tra i quali quello condotto in passato dai ricercatori di Unicam Alberto Cresci e Carla Orpianesi, in collaborazione con i ricercatori dell’Università di Firenze, pubblicato sulla prestigiosa rivista americana “Nutrition and Cancer”. Il lavoro di ricerca ha dimostrato che cibi ricchi di amidi, come la pasta, facevano diminuire nei ratti l’incidenza del cancro al colon.


Con questa iniziativa si potrà scegliere quindi una pietanza gustosa ed al tempo stesso nutriente.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-02-2010 alle 18:31 sul giornale del 11 febbraio 2010 - 1690 letture

In questo articolo si parla di attualità, università di camerino, camerino, Unicam