Muore per influenza, ma non è il nuovo virus della pandemia

1' di lettura 12/11/2009 - Aveva 46 anni, il pescatore che viveva nel quartiere San Gabriele di Civitanova, spirato all\'ospedale. Aveva l\'influenza tradizionale, soffriva di malattie pregresse

Martedì pomeriggio poco dopo le cinque è morto in rianimazione un pescatore civitanovese di 46 anni. Era ricoverato da due giorni, è deceduto a causa di una grave crisi respiratoria. Era malato da tempo e l\'influenza tradizionale, non quella nuova della pandemia che sta mettendo tutti in allarme, gli è stata fatale.


Non è infatti risultato positivo al virus H1N1, della pandemia per cui si era vaccinato qualche giorno prima. Lascia la moglie e due figli, era molto conosciuto nell\'ambiente marinaro. Per la nuova influenza continuano le vaccinazioni, è operativo il centro Pandemia in piazzale Italia (ex Tigre) a Civitanova e da lunedì ci saranno nuovi turni di guardia medica nei distretti di Civitanova e Recanati.


La notizia della sua morte ha profondamente scosso l’ambiente della marineria. Da qualche tempo non andava più in mare, proprio a causa delle sue precarie condizioni di salute. I dati epidemiologici della Regione, intanto, indicano un elevato numero di casi di influenza.






Questo è un articolo pubblicato il 12-11-2009 alle 18:24 sul giornale del 13 novembre 2009 - 1470 letture

In questo articolo si parla di cronaca, civitanova marche, monia orazi, morto, influenza A