Viabilità: Pettinari rilancia il Cornello

1' di lettura 08/11/2009 -

Lo aveva detto fin dalla campagna elettorale, l\'assessore provinciale Antonio Pettinari, della sua volontà di completare il traforo del Cornello. Lo ha ribadito in una serie di dichiarazioni alla stampa



Niente superstrada a quattro corsie tra Villa Potenza e Porto Recanati. Il progetto della precedente giunta provinciale è archiviato. Per l\'assessore provinciale Antonio Pettinari basta riammodernare la Regina, realizzando strade esterne alle zone più popolose e completare il traforo del Cornello.


La Val Potenza non sarà una strada a 4 corsie con scorrimento veloce, ma una strada a due corsie senza svincoli e incroci a raso, con un nuovo casello dell\'A14 a Porto Recanati.


Ogni tanto ci saranno raccordi esterni, con il completamento della bretella di Villa Potenza, viabilità alternativa tra Sambucheto e Sant\'Egidio fino all\'incrocio di Fontenoce di Recanati, per superare le zone più popolose. Una variante dovrebbe essere realizzata a Passo di Treia e a San Severino, per la provinciale 502. Poi si prosegue fino al Cornello, con la volontà di finire a \"bucare\" la montagna, per fare in modo che la galleria, ad oggi monumento incompiuto, veda finalmente la luce in Umbria.


Pettinari ha annunciato di voler procedere per lotti, incontrando i diversi amministratori comunali affinchè condividano il progetto nei piani regolatori.






Questo è un articolo pubblicato il 08-11-2009 alle 20:35 sul giornale del 09 novembre 2009 - 2600 letture

In questo articolo si parla di attualità, monia orazi


Il traforo del Cornello è come la corazzata Potionkin di Fantozzi: una cagata pazzesca!

Sulla Val Potenza si può essere d\'accordo con Pettinari, anche se non si capisce a cosa servirebbe una nuova uscita a Porto Recanati.<br />
Quanto al traforo del Cornello, col livello di traffico che c\'è sul passo del Cornello, mi sembra una emerita scemenza continuare,non si doveva neanche iniziare!




logoEV