Camerino: partono le vaccinazioni contro la nuova influenza nella z.t.10

vaccino 3' di lettura 31/10/2009 -

Da lunedì partono nei tre presidi ospedalieri di Camerino, San Severino Marche e Matelica, le vaccinazioni gratuite e a scelta volontaria, per la prevenzione della nuova influenza A, causata dal virus H1N1.



Ad annunciarlo in conferenza stampa il direttore generale della zona 10 Asur Pierluigi Gigliucci, il direttore sanitario dott.ssa Giovanna Faccenda e il dottor Moretti del dipartimento di prevenzione, il sindaco di Camerino, rappresentanti dei comuni di Matelica e San Severino e i commissari delle comunità montane di Camerino e San Severino.


Potranno presentarsi nei tre ospedali, a seconda della zona di residenza solo gli appartenenti alle categorie a rischio, tutti gli altri dovranno aspettare una seconda fase di vaccinazione. Porte aperte solo per le donne nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, coloro che hanno partorito da meno di 6 mesi, i malati di patologie a rischio di età compresa tra 6 mesi e 17 anni, e i bambini nati pretermine da 6 mesi a 24 mesi, malati cronici con patologie a rischio di età inferiore ai 35 anni. L\'ordinanza del ministero della salute individua come primi soggetti della vaccinazione gli operatori sanitari.


Tra i primi a lasciarsi iniettare il Focetria (questo il nome del vaccino prodotto dalla Novartis), lo stesso Gigliucci, e dodici dipendenti Asur nei primi due giorni. Per tutta la prossima settimana operatori e dipendenti dell\'Asur potranno vaccinarsi. Il calendario delle vaccinazioni sarà reso noto nei prossimi giorni e modulato in base all\'affluenza degli utenti. Come prescritto dalle norme nazionali, è stato individuato un centro di vaccinazione di massa nel centro sportivo in località Le Calvie di Camerino.


Dal 2 novembre sarà attivato un numero verde gratuito della Regione (800.186.006), a cui i cittadini possono rivolgersi per avere tutte le informazioni. Per gli adulti sarà iniettata nel muscolo superiore del braccio un\'unica dose, necessario un richiamo per i bambini.Tutti i medici di base della zona territoriale 10 hanno frequentato un apposito corso di aggiornamento e potranno informare i pazienti.\"Dobbiamo evitare allarmismo, ma le vaccinazioni vanno promosse perchè sono la prevenzione più efficace contro il diffondersi della pandemia - spiega Gigliucci - per questo abbiamo coinvolto i sindaci dei 21 comuni della zona 10, il cui ruolo è fondamentale\".


Già da due settimane è disponibile presso i medici di famiglia il vaccino contro l\'influenza stagionale, chi si vaccina contro la pandemica può chiedere anche quello contro la normale malattia influenzale. \"Ad ogni persona sarà data una scheda con le informazioni dettagliate sulla vaccinazione, poi dovrà firmare il consenso informato\", spiega il dottor Moretti \"si tratta di un\'influenza che presenta gli stessi sintomi di quella stagionale, solo è leggermente più contagiosa\".


\"Stiamo preparando una brochure informativa con i consigli alla popolazione che sarà diffusa negli ambulatori e presidi ospedalieri - ha annunciato la dott.ssa Faccenda - l\'influenza pandemica non va ospedalizzata, basta stare a casa a riposo, seguendo le indicazioni del proprio medico curante\". Finora nella zona territoriale 10 si è registrato un solo caso di nuova influenza, relativo ad una studentessa inglese la scorsa estate.






Questo è un articolo pubblicato il 31-10-2009 alle 15:48 sul giornale del 02 novembre 2009 - 1438 letture

In questo articolo si parla di cronaca, camerino, monia orazi