Macerata: donna trovata morta nell’auto, mistero fitto

polizia 30' di lettura 30/10/2009 -

Resta da stabilire la dinamica dell\'incendio della Panda, trovata all\'alba. Grazie alla targa è stata identificata la vittima, Claudia Bartolazzi, 33enne infermiera all\'ospedale di Macerata



Resta il mistero fitto sulle cause del violento incendio dell\'auto che giovedì intorno alle sei del mattino, in contrada Alberotondo, è costato la vita a Claudia Bartolazzi, una donna di 33 anni, originaria di Corridonia, separata con due bambine, trasferita da poco a Macerata, nel quartiere Pace. Lavorava come infermiera all\'ospedale di Macerata, mentre l\'ex marito è un dipendente del comune. Resta da stabilire se le fiamme si siano innescate per un guasto, oppure dalla mano di qualcuno.

La Fiat Panda, nuova e alimentata a metano presenterebbe la bombola intatta. Indagini a tutto campo, gli inquirenti hanno sentito i familiari ed i colleghi di lavoro. A casa della giovane donna, sarebbero stati trovati biglietti che danno a pensare ad uno stato di malessere, ma non ci sono elementi certi per dire che si tratti di suicidio, ipotesi a cui la famiglia della donna non crede. L\'autopsia, eseguita ieri pomeriggio potrebbe dare qualche elemento in più. Giovedì l\'auto stava transitando lungo la strada che dalla Pace porta a Montelupone e lei avrebbe dovuto prendere servizio in ospedale.






Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2009 alle 19:05 sul giornale del 31 ottobre 2009 - 13343 letture

In questo articolo si parla di polizia, monia orazi





logoEV