Civitanova alta: Tutto in gioco, la musica protagonista del secondo weekend

Philippe Daverio 4' di lettura 03/06/2009 - Dopo l’apertura con il presidente della Camera, Gianfranco Fini, Oliviero Beha, Paolo Franchi, Giordano Bruno Guerri, Paolo Massobrio, Achille Bonito Oliva e Oliviero Toscani sarà dedicato alla musica il secondo weekend (17-18-19 luglio) di Tuttoingioco, biennale di arte, pensiero e società organizzata da Fondazione Carima e Comune di Civitanova Marche.

Ospiti principali del secondo weekend organizzato in collaborazione con l’Istituto Superiore Filelfo di Tolentino diretto dal professor Silvio Minnetti, saranno il filosofo Umberto Curi, il matematico Piergiorgio Odifreddi e il critico Philippe Daverio. Ognuno declinerà le relazioni fra la musica e la propria disciplina: prima la filosofia, poi la matematica, quindi l’arte.

Il venerdì alle 21.30 nello spazio conferenze, Umberto Curi, rettore della Facoltà di Filosofia di Padova, terrà la lectio magistralis d’apertura su “Filosofia e Musica” prendendo spunto dalla figura di Don Giovanni per indagare la capacità di Mozart nel restituire con le note il senso dei sentimenti umani e del pensiero libertino del ‘700.

In una serata dedicata alla sinergia della musica e della parola non poteva mancare l’apporto dell’Accademia della Libellula, specializzata nell’esecuzione innovativa della musica con altre forme di espressione dal 1998. L’ensemble si esibirà in un concerto di arie mozartiane dal titolo “Madamina il catalogo è questo”, appendice in musica della conferenza del professor Curi.

Sabato 18 luglio sarà Piergiorgio Odifreddi, accompagnato al piano da Cinzia Pennesi, ad aprire la serata con la conferenza “Matematica e musica”, concerto numerico che a poco a poco si trasforma in sinfonia attraverso scambi di cifre e scalate alle scale. Dall’opera all’aritmetica, passando per le più diverse situazioni, Odifreddi paragona frazioni a ritmi esotici, trasformando serie e atmosfere classiche in improbabili pezzi ballabili con un semplice scambio di cifre. A seguire il Musicultura Tour, nello spazio spettacoli (ore 22.30), guiderà il pubblico attraverso i ricordi dei brani più famosi della storia della musica leggera italiana in “Ricordar cantando, canzoni e canzonette”, spettacolo ideato da Piero Cesanelli per Tuttoingioco.

Domenica 19 luglio sarà la volta di Philippe Daverio che, sempre nello spazio conferenze alle 21.30, parlerà di “Arte e musica”, per poi giocare alle 22.30 insieme al pubblico e al piano di Cinzia Pennesi con i “Dadi di Mozart”. I “Dadi di Mozart” sono un sistema di composizione per minuetto ottenuto attraverso un gioco di dadi inventato dallo stesso Mozart a fine settecento, periodo in cui l’arte europea vide fiorire numerosi giochi musicali. Alla stessa ora, nello spazio spettacoli, andrà in scena lo spettacolo “Esule cittadino. Civitas”, lettura dantesca degli studenti del Professionale “Bonifazi” e dei Licei “Da Vinci” di Civitanova Marche.

Come ogni sera - e particolarmente in questo weekend - saranno sempre aperte le postazioni di musica classica nella Chiesa di Madonna Bella e di Jazz e musica anni ’30 nel cortile dell’ex Liceo Classico. Inoltre dalle 21.00 saranno attivi il laboratorio della mente, il laboratorio creativo, il giardino della scienza, le performance all’interno delle mostre e l’angolo del gusto. Ogni serata si concluderà con il Tiratardi, speciale caffè letterario che ospiterà ogni sabato una performance poetica e ogni domenica la presentazione di un libro.

Tuttoingioco è la Biennale di arte, pensiero e società, organizzata da Fondazione Carima e Comune di Civitanova Marche. Per nove settimane, ogni venerdì, sabato e domenica, dalle ore 19 a notte inoltrata, conferenze con i personaggi più importanti della cultura italiana, rassegne di teatro, di musica leggera, classica e jazz, spazi per le degustazioni e l’intrattenimento, oltre a laboratori scientifici, letterari e creativi.

Dal 9 luglio al 6 settembre idee e spettacoli dedicati ogni settimana ad un tema, per mettere in gioco gli ambiti più importanti delle capacità umane: arte, musica, politica, scienza, ballo, favola, eros, e in chiusura pensieroingioco, festival della filosofia contemporanea. Cinque mostre permanenti saranno la struttura portante del festival. Oliviero Toscani_Razza Umana/Italia, gli italiani nell’obiettivo di Oliviero Toscani, Novecento, i maggiori artisti italiani del XX secolo, Piccoli teatri, antichi burattini e teatrini settecenteschi della collezione Zanella-Pasqualini, Nemici per gioco?, immagini, giochi e simboli della lotta politica in Italia e Tra i banchi di scuola, vita scolastica italiana tra Otto e Novecento.

L’ingresso a alle iniziative è gratuito, il biglietto unico per tutte le mostre costa 5 euro.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2009 alle 16:43 sul giornale del 03 giugno 2009 - 2651 letture

In questo articolo si parla di attualità, associazione, civitanova alta, tutto in gioco





logoEV