Anziani: \'taxi sociale\' contro l\'isolamento

taxi sociale 28/02/2009 - Cento uomini e donne ultrasettantenni residenti nell’alto macerate oltre a “non essere più soli” ora non sono più neanche “isolati” in casa. Per loro entra in azione il “taxi sociale”, il nuovo servizio istituito dalla Provincia di Macerata in collaborazione con le Comunità montane di San Severino e Camerino e i 21 Comuni che ne fanno parte.

Esso consiste nel mettere gratuitamente a disposizione della persona anziana priva di propri mezzi un’autovettura con autista e, all’occorrenza, anche un accompagnatore, per recarsi ovunque abbia necessità di andare nell’ambito del territorio servito. Venerdì 27 febbraio nella piazza di San Severino Marche, la Provincia ha consegnato alle due Comunità montane - che ne avranno la gestione - quattro autovetture da adibire al servizio individualizzato di mobilità degli anziani che vivono soli e non hanno la possibilità di utilizzare veicoli propri o mezzi pubblici.

Nei territorio dei 21 Comuni delle alti valli del Potenza, Esino e Chienti, il taxi sociale è l’evoluzione del servizio “Pronto, ti ascolto” già attivo da più di un anno nell’ambito del progetto della Provincia “Anziani, non più soli”. “E’ stato proprio il servizio telefonico di compagnia e di ‘ascolto’, che in questi Comuni già copre un’utenza di oltre 400 anziani – ha ricordato il presidente della Provincia, Giulio Silenzi – che ha fatto emergere un ulteriore bisogno degli anziani del territorio, quello della mobilità. Il nostro progetto era stato avviato per rompere la solitudine degli ultrasettantenni e, nell’attuarlo, ci siamo accorti che bisognava rompere anche l’isolamento”.

Così, mentre il servizio telefonico ‘pronto, ti ascolto’ è stato esteso già da alcune settimane in tutta la provincia, nei 21 Comuni montani degli ambiti territoriali camerte e settempedano si aggiunge ora il taxi sociale, di cui in questa prima fase possono usufruire un centinaio di anziani segnalati dai servizi sociali comunali. Il “taxi sociale”, che può essere prenotato con due o tre giorni d’anticipo chiamando il numero verde 800-612.612, garantisce all’anziano che vive solo quell’indispensabile mobilità urbana legata ai propri bisogni: fare la spesa, recarsi a trovare una persona amica, andare dal medico o altro ancora”.

Le autovetture, due per ciascun ambito territoriale, saranno condotte da otto lavoratori in mobilità (cinque uomini e tre donne) che si sono dichiarati disponibili alla richiesta avanzata dalla Provincia di Macerata tramite i Centri per l’impiego. Questi otto particolari “taxisti” erano presenti a San Severino alla breve cerimonia di formale consegna delle autovetture da parte del presidente Silenzi ai Commissari delle due Comunità montane, Gentilucci (Camerino) e Chiappa (San Severino). Con loro sono intervenuti anche diversi Sindaci dei Comuni interessati. Questo servizio di taxi sociale organizzato su una vasta area intercomunale è il primo del genere attivato da una Provincia, sia nelle Marche, sia nel resto d’Italia.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2009 alle 17:41 sul giornale del 28 febbraio 2009 - 989 letture

In questo articolo si parla di anziani, politica, macerata, provincia di macerata