A teatro arriva la danza di Fabrizio Favale

Fabrizio Favale 11/02/2009 - Venerdì 13 febbraio tornano gli appuntamenti di Civitanova Danza con l\'affascinante stile e la creatività di Fabrizio Favale in Kauma, spettacolo realizzato con la compagnia Le supplici in scena al Teatro Annibal Caro su iniziativa del Comune di Civitanova Marche, dei Teatri di Civitanova e dell’Amat in collaborazione con la Regione Marche e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Fabrizio Favale è danzatore di grande esperienza e coreografo dotato di fervente curiosità.

In Kauma (“calore ardente del sole” in greco) oggetto della sua indagine è un Oriente immaginato, in cui i corpi richiamano bassorilievi di templi indù. I cinque interpreti danno accelerazione fisica a immagini baluginanti di una luce rarefatta che definisce, insieme a musiche incalzanti, spazi e azioni di un altrove fascinoso.


“Questo lavoro inizia, si sviluppa e si conclude al suo interno molte volte, in modo del tutto simile a un album musicale che presenta un solo testo per tutti i dodici brani. La costante visiva dello spettacolo – afferma il coreografo - è l’alternanza fra luce-oscurità combinata con lentezza-velocità-dinamica del danzatore, ma mancando di ritmo visivo e uditivo riempitivo, rimanda a orizzonti molto vasti, in un certo senso primitivi. La stessa primitività è suggerita dalle danze qui presentate che non cercano la narrazione, ma si offrono, con una certa perseveranza ipnotica, come panorama da contemplare. In questo panorama tutto può accadere, ma solo per un istante: come sotto un sole cocente dove ciò che si percepisce con maggior evidenza è il fondersi di tutte le cose in un’unica massa liquida, mentre tutt’attorno gli accadimenti continuano ad apparire e a dileguarsi prima di essere stati completamente afferrati.”


Dopo il corso di perfezionamento per danzatori presso l’“American Dance Festival” alla Duke University of North Caroline USA e il corso di perfezionamento per coreografi al Centro Regionale per la danza Teatro Romolo Valli di Reggio Emilia, Fabrizio Favale entra a far parte dell’organico della Compagnia Virgilio Sieni Danza dal 1991 al 1998. Più volte premiato dalla critica, nel 1996 riceve il “premio della critica come miglior danzatore italiano dell’anno”. Nel febbraio 1998 Fabrizio Favale, iniziando un percorso indipendente, fonda la Compagnia Le supplici. Attratti principalmente dalla purezza della danza Le Supplici intendono quest’ultima come una sorta di “manifestazione”, lontana dal teatro e la teatralità perché mai rappresentativa, né descrittiva, né allusiva. I danzatori della compagnia che danzeranno le coreografie di Fabrizio Favale saranno, oltre allo stesso Favale, Andrea Del Bianco, Filippo Di Prima, Marina Giovannini, Michele Simonetti.


La realizzazione del set è di Le Supplici, collaborazioni tecniche e luci di Paolo Rodighiero e Fabio Cantaluppi Per informazioni e biglietti (da euro 8,00 a euro 12,00): Teatri di Civitanova 0733 812936, Teatro Annibal Caro 0733 89210, Amat 071 2072439, www.amat.marche.it . Inizio spettacolo ore 21.15.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2009 alle 14:45 sul giornale del 11 febbraio 2009 - 1502 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, amat marche